Dove può arrivare l'egocentrismo di un uomo? Quello di Sergei Torop, ex agente della polizia stradale russa di 59 anni, parecchio in là dal momento che sostiene di essere niente meno che la reincarnazione di Gesù, convinzione che gli ha fatto fondare una setta vera e propria con tanto di seguaci. Il 59enne si fa chiamare Vissarion, si è fatto crescere barba e capelli e va in giro a predicare indossando una tunica bianca, ma qualche giorno fa è stato arrestato insieme a sue suoi aiutanti al termine di un'operazione condotta dalla polizia, che lo accusa di aver fondato un’organizzazione religiosa illegale che estorceva denaro a migliaia di creduloni. Inoltre, il “santone” avrebbe sottoposto ad abusi emotivi i suoi credenti.

Torop, che ha perso il lavoro come agente addetto al traffico nel 1989, ha dichiarato di aver vissuto un “risveglio” dopo il crollo del regime sovietico. Nel 1991 ha fondato un movimento oggi noto come la Chiesa dell’ultimo Testamento e oggi migliaia di suoi seguaci vivono in una serie di villaggi remoti nella regione di Krasnoyarsk, in Siberia. Tra i convertiti al culto ci sono professionisti provenienti da tutta la Russia e pellegrini dall’estero. Il culto che lui fondato impone il veganesimo e vieta lo scambio di denaro. I suoi seguaci indossano abiti austeri e contano gli anni a partire dal 1961, anno della nascita di Torop, mentre il Natale è stato sostituito da una festa che si celebra il 14 gennaio, il giorno del suo compleanno.