Un tir rubato ha travolto alcune automobili e provocato il ferimento di nove persone davanti al tribunale di Limburg, città tedesca in Assia. L’episodio si è verificato nel pomeriggio di lunedì e per tutta la notte gli inquirenti hanno indagato sulla dinamica dei fatti senza escludere alcuna pista. Alcuni fonti locali hanno parlato di un sospetto attacco terroristico, ma per il momento quanto accaduto deve ancora essere chiarito. A parlare oggi dell’episodio è il ministro degli Interni del Land dell'Assia, Peter Beuth a Wiesbaden. “Anche se la dinamica dei fatti ricorda i terribili attentati di Berlino e di Nizza, la motivazione dell'arrestato rimane ancora da chiarire”, ha detto il ministro. Proseguono quindi in tutte le direzioni le indagini degli inquirenti sull'incidente in Germania, che appunto ha portato al ferimento lieve di nove persone (compreso l'autista del tir) nel corso di un tamponamento a catena e ha portato anche all'arresto del conducente del mezzo pesante. Il luogo dello scontro è stato isolato dalla polizia e le auto danneggiate sono state rimosse.

Il tamponamento a catena poco dopo il furto del camion – Secondo le ricostruzioni, l'uomo avrebbe rubato nel pomeriggio di ieri il tir, non lontano dal luogo dell'incidente e poco prima del tamponamento di altre 7 auto. Il responsabile dell'accaduto, secondo quanto riferito dalla procura di Francoforte, è un cittadino siriano di trentadue anni. Nel corso della notte sono state perquisite due abitazioni riconducibili al siriano, che si trova in Germania dal 2015. A quanto emerso, l'uomo era noto alle forze dell'ordine per reati minori, come spaccio di droga e violenza, ma non era noto per essere un islamista o un frequentatore di ambienti riconducibili all'islamismo radicale. Fino a questo momento, il trentaduenne arrestato non ha rilasciato dichiarazioni per spiegare le motivazioni del suo atto.