Nel tentativo maldestro di allontanare una mosca che gli si era infilata in casa un uomo ha fatto esplodere la cucina: è accaduto venerdì sera a Parcoul-Chenaud, una cittadina della regione francese della Dordogna, nel Sudovest del Paese. L'uomo, un 82enne, stava facendo cena quando ha notato una mosca che gli ronzava fastidiosamente intorno rovinando un momento "sacro" della sua giornata.

Irritato, dapprima ha tentato di uccidere l'insetto con uno strofinaccio inseguendolo in tutta la sala da pranzo poi, non riuscendo nel suo intento, ha proseguito la "caccia" con una racchetta elettrica antizanzara nella convinzione che la mosca non avrebbe avuto scampo. Purtroppo l'anziano non si era accorto che una delle bombole perdeva gas, e una reazione tra le scintille rilasciate dalla racchetta e il gas ha provocato un'esplosione, che ha distrutto la cucina e parte del tetto.

Secondo i media locali, l'anziano signore è riuscito a salvarsi per miracolo, riportando solo una bruciatura alla mano adeguatamente trattata all'ospedale di Libourne. Ulteriori esami hanno scongiurato conseguenze più gravi e riscontrato, semmai, solo un grande e comprensibile spavento. Dopo la disavventura, l'uomo si è rifugiato in un vicino camping in attesa della riparazione della casa, che richiederà comunque qualche settimana e che verrà seguita dai suoi familiari, che si sono detti increduli per quello che è accaduto all'ottantaduenne. “Non è chiaro – conclude il quotidiano Sud Ouest – se la mosca sia morta”.