485 CONDIVISIONI
28 Ottobre 2022
11:26

Chi è il killer di Justine, la mamma francese di 20 anni violentata e uccisa dopo la discoteca

Si chiama Lucas L. ed è un agricoltore di 20 anni l’uomo che ha confessato l’omicidio di Justine Vayrac, la mamma di 20 anni scomparsa sabato scorso a Brive, in Francia, e trovata cadavere quattro giorni dopo. Fondamentale la testimonianza di un amico della vittima che era con lei in discoteca la notte in cui è sparita.
A cura di Ida Artiaco
485 CONDIVISIONI

Si chiama Lucas L. ed è un agricoltore e calciatore di 20 anni l'uomo che ha confessato di aver prima violentato e poi ucciso Justine Vayrac, la mamma di 20 anni scomparsa sabato scorso a Brive, in Francia, e trovata cadavere ieri, nel luogo indicato dal suo aggressore.

Un caso che sta sconvolgendo tutto il Paese, già profondamente scosso dalla morte di Lola Doviet, la 12enne violentata e torturata a Parigi qualche settimana fa.

Nelle ultime ore sono emersi ulteriori dettagli sul killer di Justine: la ragazza, mamma di un bimbo di 2 anni e mezzo, era andata con alcuni amici a ballare nella discoteca La Charrette. Qualche bicchiere di troppo, ma nulla di più. Intorno alle 4, alcuni dei ragazzi presenti l'hanno vista per l'ultima volta proprio insieme a Lucas prima che sparisse nel nulla.

È stato un amico della ragazza, Theo, a raccontare alle forze dell'ordine che Justine si era allontanata con Lucas quella notte. La testimonianza di Theo è stata fondamentale per gli inquirenti per rintracciare l'assassino di Justine: come ha spiegato anche al quotidiano francese Le Figarò, aveva conosciuto la vittima a inizio ottobre e si trovava insieme a lei e ad altri amici la sera della scomparsa nella discoteca di Brive-la-Gaillard.

Intorno alla 4 di quella notte Justine "mi ha chiesto di uscire perché voleva vomitare", ha detto Theo, che ha accompagnato quindi la ragazza all'esterno del locale, dove hanno incontrato Lucas. "Avevo capito che si conoscevano, io non lo avevo mai visto. Poi sono andati via insieme".

Immagine da Facebook.
Immagine da Facebook.

Dopo che sono cominciate le ricerche della giovane, Theo ha raccontato quanto successo alle forze dell'ordine, che si sono messe sulle tracce di Lucas, fermato lunedì scorso. Poi, ieri la svolta: il ragazzo ha confessato di aver violentato e ucciso Justine, indicandone anche il luogo della sepoltura. "Ha ammesso di aver ucciso la vittima quando entrambi si trovavano a casa sua. Ha specificato, senza fornire ulteriori spiegazioni, di aver dato un pugno, che ha causato la morte", ha dichiarato Baptiste Porcher, pubblico ministero di Limoges.

Il ragazzo resta in custodia: è accusato di stupro, rapimento e omicidio. Rischia l'ergastolo.

485 CONDIVISIONI
Violentata in discoteca a Genova, la 20enne denuncia:
Violentata in discoteca a Genova, la 20enne denuncia: "Forse hanno usato droga dello stupro"
Uccise la mamma a coltellate: condannato a Catania ragazzino di 15 anni, aveva confessato il delitto
Uccise la mamma a coltellate: condannato a Catania ragazzino di 15 anni, aveva confessato il delitto
La mamma di Valentina, travolta e uccisa sull'A2:
La mamma di Valentina, travolta e uccisa sull'A2: "Se vi chiedono soldi per funerale è una truffa"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni