Una persona è rimasta uccisa e altre tre ferite, alcune in modo serio, a seguito di una sparatoria avvenuta venerdì sera fuori da un locale di Berlino. A confermarlo sono state oggi le autorità tedesche. La polizia nella capitale della Germania ha riferito che “sconosciuti” hanno aperto il fuoco fuori dal Tempodrom, situato vicino a Potsdamer Platz nel cuore della città intorno alle 22.50 di ieri 14 febbraio. I sospetti sono riusciti a fuggire. "Presumiamo siano diverse persone" hanno riferito gli inquirenti.

Non è chiaro se la sparatoria sia da collegare all'evento messo in scena all'interno del locale, una commedia turca (Guldur Guldur). La polizia è intervenuta in forze isolando la zona, mentre gli spettatori venivano scortati all'esterno. Sul posto soccorritori e personale sanitario per tentare di rianimare una persona gravemente ferita da colpi d'arma da fuoco ma non ci sono riusciti. Aperta un'inchiesta.

Secondo uno studio pubblicato a fine dicembre 2019 dall’istituto per l’economia tedesco DIW, intitolato “Berlino verso il 2030”, Berlino sarebbe la capitale europea nella quale è più facile essere vittima di un crimine contro la vita.