Il 18 luglio si celebra il Nelson Mandela Day.
in foto: Il 18 luglio si celebra il Nelson Mandela Day.

Ogni anno, da dieci anni, il 18 luglio si celebra il Mandela Day. Se lo scorso anno la giornata indetta dalle Nazioni Unite nel 2009 è coincisa anche con il centenario della nascita del leader sudafricano, quest’anno la Nelson Mandela Foundation ha rilanciato con una riflessione molto profonda sul senso stesso della giornata: per questo, oggi, il Mandela Day in tutto il mondo con il sottotitolo di “Next Chapter” e l’hashtag #actionagainstpoverty. Ecco tutto quello che c’è da sapere su questa giornata.

Il Mandela Day quest’anno è #actionagainstpoverty

Il presidente sudafricano Nelson Mandela nel 1993, un anno prima dell'elezione, in visita presso la Hlengiwe School.
in foto: Il presidente sudafricano Nelson Mandela nel 1993, un anno prima dell’elezione, in visita presso la Hlengiwe School.

Ho camminato sulla lunga strada per la libertà. Ho cercato di non barcollare; ho fatto passi falsi lungo il cammino. Ma ho imparato che solo dopo aver scalato una grande collina, uno scopre che ci sono molte altre colline da scalare. Mi sono preso un momento per ammirare il panorama glorioso che mi circondava, per dare un’occhiata da dove ero venuto. Ma posso riposarmi solo un momento, perché con la libertà arrivano le responsabilità e non voglio indugiare, il mio lungo cammino non è finito.

La scelta del 18 luglio non è casuale: in questo stesso giorno del 1918 nasceva, in un villaggio nella regione di Umtata, quello che sarà il futuro presidente sudafricano. Dal 2009 ogni anno si tratta di una celebrazione internazionale che coinvolge enti, associazioni e singoli cittadini, ma da quest’anno la Fondazione Nelson Mandela ha scelto di imprimere una notevole svolta al senso che la giornata può avere all'interno del mondo contemporaneo: chiamandola “Next Chapter” la fondazione ha inteso stabilire una nuova storia per questa celebrazione fino ad ora soltanto simbolica.

Parlando di temi come la dispersione scolastica, la fame e la malnutrizione, la sanità e la cittadinanza attiva, la Nelson Mandela Foundation ha deciso di rendere la giornata dedicata a Mandela più attiva e concreta: saranno numerosissime le iniziative organizzate in tutto il mondo, coordinate da un Network che gestirà ogni azione più concreta sul territorio in linea con gli studi, le ricerche e la filosofia della fondazione.

Nelson Mandela in una foto degli anni Cinquanta.
in foto: Nelson Mandela in una foto degli anni Cinquanta.

Quest’anno oltre ad una nuova direzione di marcia si parla soprattutto di povertà: con l’hashtag #actionagainstpoverty quest’anno si è lavorato attivamente su tutti i territori a rischio per combattere, attivamente, come diceva Mandela stesso, questo grave problema. Anche l’istruzione è un’altra tematica al centro del nuovo lavoro della Mandela Foundation, in linea con una delle tante frasi significative che il leader per la lotta all’apartheid ci ha lasciato:

L’istruzione è il grande motore dello sviluppo personale. È grazie all’istruzione che la figlia di un contadino può diventare medico, il figlio di un minatore il capo miniera o un bambino nato in una famiglia povera il presidente di una grande nazione. Non ciò che ci viene dato, ma la capacità di valorizzare al meglio ciò che abbiamo è ciò che distingue una persona dall’altra.