L’estate, per i ragazzi, vuol dire relax e divertimento. Ma regala anche tanto tempo libero: quale momento migliore dell’estate quindi, per dedicarsi alla lettura? Il mondo dell'editoria propone una vasta scelta di titoli adatti ai più piccoli, ma non sempre è facile scegliere il libro giusto: quello che abbia il giusto mix di divertimento, avventura, ma anche di riflessioni importanti. Ecco una selezione di 5 libri usciti nel 2016, che appassioneranno i più piccoli e perché no, faranno tornare indietro nel tempo anche i più grandi.

1. "Octave", David Chauvel (Tunué edizioni)

"Octave" (Tunué edizioni)
in foto: "Octave" (Tunué edizioni)

Si tratta di un'opera importante per la casa editrice Tunuè: questa del 2016 è la ristampa del volume che, nel 2010, ha dato il via alla collana Tipitondi, divenuta in questi anni un punto di riferimento nell'ambito delle letture per ragazzi. "Octave" è un graphic novel particolare, quasi una rilettura, atipica e rovesciata, della storia di Moby Dick. Il protagonista è un bambino che vive con la mamma vicino all'oceano. È molto capriccioso, ma, quando le circostanze lo richiederanno, saprà tirare fuori il coraggio, inghiottire il proprio orgoglio e correre in soccorso di una balena, lottare contro la pesca abusiva, aiutare un pinguino e salvare un esemplare di sula tenuto prigioniero in un parco marino. Nel procedere della storia, Octave crescerà e maturerà, uscendo dal suo egoismo. Vincitore del Premio Gran Guinigi, del Lucca Comics 2011,e della Miglior sceneggiatura a David Chauvel, editor della casa editrice francese Delcourt, che con Tunué ha portato in Italia "Octave", "Il Mago di Oz" e sta per pubblicare "Pinocchio".

2. "Naked", Kevin Brooks (Piemme)

"Naked" (Piemme)
in foto: "Naked" (Piemme)

Raccontare il Punk ai ragazzi? È possibile. Lo ha fatto Kevin Brooks con il suo "Naked", edito in Italia da Piemme. Lili suona il pianoforte e si prepara per gli esami di fine anno, non bada a quel che si mette addosso, ha pochi amici e la tendenza a rimanere da sola, ma Curtis Ray cambia la sua vita: non appena prova a suonare il basso e ad accompagnare le note degli altri musicisti, Lili prova senso di appartenenza e insieme euforia. Attraverso la storia di Lili, Brooks descrive in modo magistrale gli anni Settanta, la musica e l’ambiente londinese di quel momento. A quarant'anni dalla nascita del movimento punk le accurate descrizioni sapranno coinvolgere anche molti adulti appassionati, ma allo stesso tempo daranno la possibilità ai ragazzi di conoscere un pezzo di storia e di cultura non facile da approfondire.

3. "Il piccolo regno. Un racconto d’estate", Wu Ming 4 (Bompiani)

"Il piccolo regno. Un racconto d’estate" (Bompiani)
in foto: "Il piccolo regno. Un racconto d’estate" (Bompiani)

Ambientato in Inghilterra, negli anni Trenta, l’inconfondibile penna del collettivo Wu racconta la storia dei tre fratelli Julius, Ariadne e Fedro, e dell’età d’oro della vita, l’infanzia. È il tempo delle conversazioni con gli animali, delle zuffe coi ragazzi del villaggio, della casa-albero coi suoi tesori…ma un giorno un’antica tomba viene violata e un fantasma torna ad affliggere i sogni dei ragazzi. Lo spettro ha una vendetta da compiere e lo fa rubando ai ragazzi la loro infanzia. Con poesia e sentimento Wu Ming 4 racconta l’estate in cui tutto cambia, dopo la quale nulla sarà più uguale. L’estate che tutti noi, prima o poi, viviamo.

4. "Sulla collina", Ferramosca e Gulma (Tunué edizioni)

"Sulla collina" (Tunué edizioni)
in foto: "Sulla collina" (Tunué edizioni)

Sempre edito nella fortunata collana Tipitondi di Tunuè, e scritto da Ilaria Ferramosca e Mauro Gulma, "Sulla collina" è un'interessante racconto ispirato alla narrativa piena di mistero e suspense di Stephen King. Quattro giovani amici appassionati di storie horror si ritrovano a passare la notte in una grotta sulla collina. Devono affrontare una prova di coraggio: attendere le due per poi scendere in paese e intrufolarsi in casa della “monaca pazza”, finita sotto i riflettori della cronaca quindici anni prima per un raccapricciante fatto di sangue di cui è stato vittima un bambino. Ma uno strano personaggio si aggira per gli stessi luoghi e sembra voler incontrare i ragazzi. Cosa lo spinge? Perché nonostante i suoi sforzi pare non riuscire a incrociare i quattro? E chi, o cosa, è la presenza che tutti stanno avvertendo?

5. "La prima volta che…" (Castoro)

"La prima volta che..." (Castoro)
in foto: "La prima volta che…" (Castoro)

Una pluralità di voci che è anche una pluralità di linguaggi e di punti di vista: dodici momenti indimenticabili, dodici “prime volte”, di quelle che segnano un prima e un dopo nella vita di un adolescente. Edito da Castoro, il libro racconta “la prima volta che sono stato tradito”, “la prima volta che ho fumato”, “la prima volta che ho visto il mare”, “che ho lavorato”. Dodici racconti da altrettanti autori tra i più amati dai ragazzi: Baccalario, Basso, Boccati, D’Adamo, Dazzi, Ferrara, Masini, Percivale, Silei, Strada, che si affiancano a due fumetti di Sagramola e Sualzo.