Vincenzo Di Sarno (35 anni) è detenuto a Poggioreale per scontare una condanna per rissa, ma è anche malato terminale di cancro. Sua madre, Maria Cacace, ci racconta di come non riesca a tenere il collo eretto e di come venga imbottito di pasticche: 600 pillole al mese contro i dolori. "Come fanno a tenere in carcere una persona in queste condizioni?", si chiede Nobila Scafuro, la mamma di Federico Perna, il detenuto morto in carcere a seguito di una grave malattia: "Chiedo al ministro Cancellieri di correre in soccorso di Vincenzo Di Sarno" chiede a gran voce la donna davanti ai portoni della casa circondariale. Anche il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, si era commosso davanti alla sua cella.