La multa di 100 che gli è stata inflitta per aver gettato nel cassonetto sbagliato le coperte di un clochard, il vice-sindaco di Trieste, Paolo Polidori, l’ha già pagata. Ma Polidori ha ricevuto anche il sostegno di alcuni cittadini che hanno deciso di dargli una mano con una colletta. Che, in realtà, ha avuto un risultato fallimentare: solo 10 euro raccolti. Polidori ha pagato i 100 euro di multa per conferimento improprio di rifiuti e ha fatto sapere che non presenterà ricorso. “Sono andato personalmente alla polizia locale e mi sono messo a disposizione affinché si verificasse la fotografia e venisse deciso se elevare contravvenzione o meno. Per evitare altre polemiche e ulteriori strumentalizzazioni, ho chiesto il verbale e pagato”, affermava il vice-sindaco pur non dicendosi del tutto convinto della sanzione.

Sabato 12 gennaio è poi arrivata l’iniziativa di un cittadino triestino, Giacomo Sturniolo, raccontata da Triestecafe. L’uomo è andato in piazza, dalle 10 alle 11, per raccogliere soldi da donare al vice-sindaco per pagare la sua multa. Una dimostrazione di sostegno a Polidori che è però naufragata: “1 euro per contribuire alla multa presa dal vice-sindaco per avere fatto un gesto che avrebbe dovuto fare ogni cittadino che ama questa città”, è la motivazione spiegata da chi ha proposto questa iniziativa.

Ma l’iniziativa è stata un fallimento. Solo 10 euro raccolti. Sturniolo ha cercato invano di raccogliere i soldi della multa – già pagata in precedenza da Polidori – per dimostrare la sua vicinanza all’amministratore. A spiegarlo è lo stesso organizzatore che ha fatto sapere che in totale hanno aderito solo dieci persone. Una di queste è lui stesso. Per un totale, quindi, di 9 persone aderenti oltre a lui e un totale di dieci euro raccolti. Solo un decimo della multa, come detto già pagata dal vice-sindaco.