2.066 CONDIVISIONI
1 Luglio 2020
17:07

Volo di 13 metri tra le cascate, poi batte la testa: così muore Luna. Aveva 21 anni

Luna Fiorio, originaria di Treviso ma residente da anni in Germania, ha perso la vita lunedì alla Grotta Urlante, in provincia di Forlì dove si trovava per un periodo di vacanza con gli amici. Nell’area dove è avvenuta la tragedia vigeva il divieto di balneazione.
A cura di Biagio Chiariello
2.066 CONDIVISIONI

È morta a pochi giorni dal suo 22esimo compleanno a seguito di un tuffo tra le cascate, sotto gli occhi dei suoi compagni. Luna Fiorio, studentessa, nata a Treviso il 1 luglio del 1998, ma residente in Germania, era tornata in Italia per un anno di Erasmus. Lunedì pomeriggio, 29 giugno, aveva deciso di trascorrere una giornata all’insegna della spensieratezza alla Grotta Urlante, una delle cascate più belle e suggestive della zona di Premilcuore, che si trova in località Giumella, in provincia di Forlì. Erano circa le 16 quando è avvenuta la tragedia. Luna decide di tuffarsi, ma mentre si sta preparando scivola tra le rocce umide, perde l'equilibrio e precipita nel vuoto. Un volo di 13metri che non le ha lasciato scampo; nella caduta ha sbattuto la testa su una roccia, perdendo subito i sensi.

Immediata la richiesta d'intervento al 118, con lo staff sanitario che ha operato con un'ambulanza e l'auto col medico a bordo. L'elimedica non è riuscita ad operare a causa del forte vento. Nella corsa all'ospedale, il cuore della 21enne ha smesso di sbattere. Il pubblico ministero ha già disposto la restituzione della salma ai familiari.

La bellezza della Grotta urlante è stata menzionata nel Financial Time nel 2015 grazie al giornalista Michele Tameni, autore del libro “Wild swimming Italy. Alla scoperta dei più bei laghi, fiumi e cascate e terme d’Italia”. Nell'area dove è avvenuta la tragedia vigeva il divieto di balneazione.

Fino all'età di 14 anni Luna aveva vissuto a Treviso, nel quartiere di Fiera. Viveva con il padre Stefano, pilota d'aereo, la madre Monica (tedesca di Oldenburg) e la sorella Noa lungo via Alzaia, sulla Restera. La 21enne aveva frequentato la scuola elementare "Volta" prima del trasferimento in Germania, a Brema, seguito alla separazione dei genitori. Grazie al progetto Erasmus aveva potuto fare ritorno in Italia: frequentava l'Università di Bologna.

2.066 CONDIVISIONI
Fatima, 3 anni, muore a Torino dopo un volo dal quarto piano: "Ho ancora nella testa quel tonfo"
Fatima, 3 anni, muore a Torino dopo un volo dal quarto piano: "Ho ancora nella testa quel tonfo"
Fatima, 3 anni, muore dopo un volo dal quarto piano, una testimone: “Ho ancora nella testa quel tonfo”
Fatima, 3 anni, muore dopo un volo dal quarto piano, una testimone: “Ho ancora nella testa quel tonfo”
1.040.444 di Gianluca Orru
Tragedia sui Monti Sibillini: lui scivola in un dirupo e muore, lei si salva aggrappandosi all'erba
Tragedia sui Monti Sibillini: lui scivola in un dirupo e muore, lei si salva aggrappandosi all'erba
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni