7 Settembre 2021
14:03

Vola dal ponte e si schianta con l’auto: morto ex sindaco di Surbo

È precipitato dal cavalcavia e si è schiantato al suolo. È morto ieri, in questo modo Fabio Vincenti, 50 anni, ex sindaco della cittadina di Surbo, in provincia di Lecce. Ancora sconosciute le cause dell’incidente. Oggi il primo cittadino Trio: “Sono stordito, frastornato davanti a una tragedia simile”.

L’automobile vola giù dal cavalcavia e si schianta. È successo ieri sera, intorno alle 19.00, sulla tangenziale Est di Lecce, tra l’uscita 3 e la 4. A perdere la vita è Fabio Vincenti, 50 anni, primo cittadino della città di Surbo fino al maggio 2018.

Vola dal ponte, intrappolato tra le lamiere

L’incidente mortale si è verificato nel tardo pomeriggio di ieri sullo scorrimento veloce di Lecce, all’altezza dell’uscita che conduce alla località balneare salentina di Torre Chianca. Fabio Vincenti è rimasto intrappolato nelle lamiere della sua Renault Megan ormai irriconoscibile, ridotta ad un ammasso di rottami e frammenti di vetro. L’automobile è volata dal cavalcavia, in un punto che coincide con l’inizio della protezione metallica con barriera. Poi, proprio ai margini con il dirupo, si è schiantata al suolo. L’impatto non ha lasciato scampo all’uomo che viaggiava da solo.

Gli interventi di soccorso dopo lo schianto

I vigili del fuoco sono stati allertati alle 19.20 dalla Polizia e, intervenuti sul posto, hanno estratto il corpo dell’ex sindaco in pochi minuti. Il medico di turno del 118, non ha potuto che dichiarare il decesso dell’uomo, che al momento del ritrovamento era già morto. Oltre alla polizia locale di Lecce, si sono recati sul posto anche gli agenti della Polizia stradale, e dei carabinieri. Si ipotizza, tra le cause del sinistro ora al vaglio della polizia locale di Lecce, che Vincenti sia stato colto da un malore.

L’auto di Fabio Vincenti dopo l’incidente
L’auto di Fabio Vincenti dopo l’incidente

I carabinieri sul posto real time

Per coincidenza temporale, al momento dell’incidente i carabinieri della stazione di Casarano (Le), viaggiavano sulla corsia vicina, di ritorno dal carcere di Borgo San Nicola. Rientravano in caserma dopo aver accompagnato Abdeljalil Nhaib, 24enne di origini marocchine, accusato di una tentata rapina sempre nella giornata di ieri. Sono stati sfiorati dalla Megan, all’altezza del ponte che sovrasta la tangenziale.

"Sono stordito, frastornato" per la morte dell'ex sindaco

Nella giornata di oggi, sono tanti i messaggi di cordoglio di amici e parenti che esprimono il proprio dolore per la scomparsa dell’ex sindaco Fabio Vincenti. Anche l’attuale primo cittadino della città di Surbo, Oronzo Trio, tramite un post sui social manifesta la propria incredulità dopo aver appreso la notizia della morte del collega. “Sono stordito, frastornato – ha scritto su Facebook – e come me sono certo che anche i miei concittadini siano ammutoliti davanti a una tragedia simile”. Così anche gli amici di Vincenti lo ricordano come “Sempre disponibile, con un sorriso contagioso che vogliamo ricordare”.

Nel passato dell'ex sindaco di Surbo

Fabio Vincenti aveva ricoperto la carica di sindaco della cittadina salentina di Surbo dal 2013 al 2018, anno in cui il Consiglio Comunale venne sciolto per presunte infiltrazioni mafiose. Il provvedimento partito a seguito di una segnalazione della prefettura di Lecce, è sempre stato contestato da Vincenti e la sua giunta. È stato indagato per aver realizzato dei presunti favori ad un imprenditore locale durante il mandato amministrativo nella cittadina salentina. Nel 2020, durante il periodo delle elezioni amministrative, è stato destinatario di un decreto di incandidabilità. Tutti fatti contestati e per i quali Vincenti si è impegnato a dimostrare la propria estraneità.

Treviso, perde il controllo dell’auto e si schianta contro un palo: morto 31enne
Treviso, perde il controllo dell’auto e si schianta contro un palo: morto 31enne
Condanna Lucano, il pm: "Umanamente dispiaciuto". Il legale dell'ex sindaco: "Sentenza ingiusta"
Condanna Lucano, il pm: "Umanamente dispiaciuto". Il legale dell'ex sindaco: "Sentenza ingiusta"
Palermo, falso nei bilanci del Comune: indagato il sindaco Orlando e 23 tra ex assessori e dirigenti
Palermo, falso nei bilanci del Comune: indagato il sindaco Orlando e 23 tra ex assessori e dirigenti
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni