Orribile scoperta a bordo di un treno regionale che era in servizio tra Veneto e Friuli Venezia Giulia. Nel bel mezzo del tragitto, in una delle toilette del convoglio ferroviario, è stato rinvenuto il corpo senza vita di un uomo. Il macabro ritrovamento risale al tardo pomeriggio di giovedì, intorno alle 18, quando il treno si trovava poco prima della stazione di Latisana, in provincia di Udine. A fare la scoperta è stato un addetto alle pulizie a bordo treno che, dopo aver bussato insistentemente senza ricevere risposta, ha aperto la porta del bagno trovandosi di fronte alla terribile scena. È stato immediatamente avvisato il capotreno e il convoglio è stato fermato alla stazione di Latisana dove è rimasto bloccato per diverse ore in attesa dei soccorsi e poi dei rilievi del caso. Sul posto infatti son stai fatti arrivare i sanitari del 118 ma per l'uomo non c'era già più niente da fare e hanno solo potuto constatarne i decesso.

Tutti i passeggeri nel frattempo sono stati fatti scendere e hanno dovuto aspettare i treni successivi per ripartire. Secondo una prima ipotesi, è possibile che l'uomo fosse morto addirittura già da diverse decine di minuti quando è stato scoperto nel bagno dell’ultimo vagone del treno, un regionale partito dalla stazione di Venezia Santa Lucia alle 16.41 e diretto a Trieste dove sarebbe dovuto arrivare alle 18.46.  Sul treno oltre al personale del 118, è salito anche quello della polizia ferroviaria di Cervignano per accertare i fatti. Sul cadavere è stata disposta l'autopsia per accertarne le cause di morte. Per consentire le operazioni di soccorso, i rilievi del caso e per portare via il cadavere della persona deceduta, il treno è rimasto fermo per oltre due ore sui binari della stazione di Latisana. I disagi alla circolazione ferroviaria però sono stati contenuti visto che i treni hanno proseguito su altri binari.