Una violenta tromba d’aria si è abbattuta sulla zona industriale di Galatina – Soleto (Lecce) lungo l’asse che attraversa il semaforo della ex-provinciale 362. La forza della natura ha abbattuto muri e scagliato lamiere in mezzo alla strada che porta a Lecce. Il vortice è partito dall’officina Volvo, ha investito lo stabilimento Zincogam, per piombare sulla fabbrica Giurgola e divelto il semaforo e le telecamere sull’incrocio, quindi ha concluso il suo percorso di distruzione sul deposito dell’auto demolitore Coluccia.

Terrore per la tromba d'aria a Galatina

"Sono stati quindici secondi di paura. Era buio e si sentiva solo un enorme frastuono” racconta a Galatina.it, un operaio che era già al lavoro nella zincheria. Una parte del magazzino di Giurgola è crollata. I serbatoi sono sparsi nel raggio di oltre 100 metri. Il gabiotto dei carrelli di Mio è stato divelto e spostato insieme ai carrelli. Un pesante container di Coluccia è stato sollevato e rovesciato.

Sul posto le forze dell'ordine

Allertati dagli allarmi provenienti dalle aziende della zona sono intervenuti immediatamente gli agenti della Fidelpol e della Polizia di Galatina, i Vigili urbani e i Carabinieri di Soleto. Le squadre dei Vigili del Fuoco di Maglie stanno mettendo in sicurezza l’opificio, tra le strutture più colpite dalla tromba d'aria, e tutto il territorio circostante.

Il maltempo peggiorerà

Fortunatamente nessuno è rimasto ferito. Ancora in corso la conta dei danni, che sarebbero ingenti. Domani e domenica è previsto un ulteriore peggioramento del tempo, con raffiche di scirocco che arriveranno a sfiorare anche gli 80 chilometri orari e abbondanti piogge su tutta la provincia.