In pieno giorno ha tentato di abusare di una ragazza di 18 anni nei bagni del McDonald's di via Ostiense a Roma ma alla reazione della giovane, che ha cominciato a urlare, l'uomo è fuggito. Attirati dalle urla i clienti del locale però lo hanno rincorso e bloccato e solo l'intervento tempestivo di una volante della polizia gli ha evitato un linciaggio dei presenti. Appena diffusa la notizia infatti numerose persone si sono accalcate davanti al fast food con l'intenzione di farsi giustizia da soli. L'aggressore arrestato dagli agenti del commissariato Colombo è un cittadino egiziano di 26 anni che ora dovrà rispondere delle accuse di tentata violenza sessuale, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

La vittima sotto shock è stata portata all'ospedale Sant'Eugenio per una visita medica mentre per l'amica 17enne che si trovava con lei, solo un grosso spavento. Sulla dinamica dei fatti indaga la polizia ma secondo una prima ricostruzione degli inquirenti, la 18enne si trovava insieme all'amica minorenne nel  McDonald's quando all'improvviso l'uomo che forse le seguiva l'ha trascinata in bagno e afferrata per il collo tentando di baciarla.