Si chiama Stefan Lechner e ha 27 anni il guidatore ubriaco che la scorsa notte ha travolto e ucciso sei giovani, di età compresa tra i 20 e i 25 anni tutti di nazionalità tedesca, e ferito altri 11, di cui almeno quattro in condizioni critiche, in Valle Aurina, nel comune di Lutago, a Bolzano. Il ragazzo, che aveva nel sangue un tasso di alcol quattro volte superiore a quello consentito dalla legge, è stato arrestato con l'accusa di omicidio stradale plurimo e lesioni gravissime. Stando a quanto riferito dalla stampa locale, sarebbe stato trasferito in stato di choc nel reparto di psichiatria dell'ospedale di Brunico per essere tenuto sotto controllo, dopo aver espresso la volontà di volersi suicidare una volta resosi conti di quello che aveva fatto. Non appena possibile verrà trasferito presso la Casa circondariale di Bolzano.

Stefan Lechner è operaio in un piccolo centro vicino a Brunico e residente a Chienes in Val Pusteria. Sottoposto ad alcoltest dopo la strage, sono stati trovati nel suo sangue 1,95 grammi di alcol/litro, quattro volte oltre i limiti di legge. Risultati che se confermati potrebbero peggiorare ulteriormente la sua situazione. Secondo le prime ricostruzioni, la comitiva di giovani stava tornando nell'hotel dove alloggiava dopo una serata a Cadipietra ed erano appena scesi dal bus che li aveva accompagnati davanti all’ingresso che dovevano raggiungere attraversando la strada. Stefan è stato fermato pochi minuti dopo lo schianto e pochi metri più in là del punto dell’impatto. In un comunicato ufficiale, diramato nel pomeriggio di oggi, domenica 5 gennaio, la Procura che sta effettuando le indagini ha fatto sapere che "subito dopo l’investimento il guidatore ha perso il controllo della propria autovettura ed è andato a collidere contro un mucchio di detriti sul margine destro della strada. Sulla base della dinamica finora accertata è da ritenere che l’autovettura procedesse in eccesso di velocità. Verrà valutata un’eventuale perizia per determinare la velocità tenuta dal veicolo".

Sulla vicenda è intervenuta negli ultimi minuti anche la cancelliera tedesca Angela Merkel: "Le notizie che giungono dall'Alto Adige sono sconvolgenti. Una serata allegra è finita in una catastrofe. Sono in lutto con coloro che la scorsa notte hanno perso figli, fratelli e amici".