Una voragine di sette metri di profondità si è aperta al lato della sede stradale nelle vicinanze di piazza della Repubblica, ad Abbadia San Salvatore, in provincia di Siena. Un uomo che stava camminando sulla strada innevata vi è precipitato, fratturandosi un piede. I fatti sono avvenuti alle 8.30 di stamattina, 11 gennaio. Alla scena hanno assistito alcune persone che hanno tentato inutilmente di soccorrere lo sfortunato 51enne e poi hanno chiamato i vigili del fuoco di Siena del vicino distaccamento di Piancastagnaio. La squadra dei soccorritori lo ha recuperato a una profondità di sette metri, per poi riportarlo sulla strada e affidarlo alle cure dei sanitari del 118. Sul posto è intervenuta anche la polizia municipale, i carabinieri e i tecnici comunali.

Cosa è successo, le parole del sindaco

Secondo quanto riportato da Siena News, il sindaco di Abbadia San Salvatore Fabrizio Tondi ha spiegato che l’uomo, un ingegnere del Comune, era stato incaricato di eseguire delle verifiche sul posto per via di una voragine che si era creata precedentemente. Nel fare il sopralluogo ha ceduto un’altra parte del manto stradale e l’ingegnere è caduto dentro. "La zona era transennata, la voragine andava valutata – spiega Tondi-. Lui si occupa di cedimenti e di idraulica ed è andato a fare dei controlli con il capo dell’ufficio tecnico. Nel fare il sopralluogo un’altra parte del manto stradale ha ceduto e l’ingegnere è caduto. E ‘stato tirato fuori dai vigili del fuoco e fortunatamente è stabile e lucido, ma il trauma rimane comunque importante”. Alla fine dello scorso settembre nello stesso comune senese si era aperta una voragine sulla strada che da Abbadia porta a Piancastagnaio di circa due metri.