Si davano appuntamento in piazza senza mascherina e si riabbracciano in barba alle norme anti-Covid. Ma sono stati scoperti dalla polizia municipale e sanzionati a Camaiore, in provincia di Lucca. Si tratta di 9 ragazzini, tutti minorenni tra i 14 e i 16 anni, che sono stati multati per aver violato il divieto di assembramento e il rispetto delle distanze interpersonali. Una misura ancora in atto anche nella Fase 2. Per ognuno di loro una sanzione da 400 euro ciascuno, che in forma ridotta sono circa 280. A pagarla, in senso reale, saranno però i genitori.

“Faccio un appello ai genitori – dice il sindaco Alessandro Del Dotto – perché saremo inflessibili nel vigilare che i ragazzi rispettino le regole. Siamo consapevoli delle difficoltà che molte famiglie stanno affrontando in questo momento: si torna a lavoro e, con scuole e centri di aggregazione chiusi, diventa difficile controllare efficacemente i nostri ragazzi. Però mi voglio rivolgere direttamente a loro: so che è pesante non poter vedere i propri amici per un così lungo tempo, ma anche dai vostri comportamenti dipendono vite umane e il futuro economico del nostro paese”.

“Mi rendo conto – prosegue –  che siano temi complicati che alla vostra età sono solo discorsi che si sentono distrattamente dai genitori, ma purtroppo il virus ci ha obbligati a rispettare delle regole che a volte non capiamo, qualunque età si abbia, qualunque ruolo all’interno della società. Se non accettiamo questa responsabilità le conseguenze saranno gravissime e nessuno potrà assicurarvi la spensieratezza dei vostri anni più belli”.