156 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Sente ticchettio in auto e chiama la polizia: “Penso di avere bomba a bordo”, allarme in autostrada

“Penso di avere bomba a bordo”, ha spiegato la donna ai servizi di emergenza dopo essersi fermata in un piazzola di sosta, in provincia di Savona, mentre percorreva la A10 in auto coi figli piccoli. Fortunatamente era un falso allarme.
A cura di Antonio Palma
156 CONDIVISIONI
Immagine

Tratto di Autostrada A 10 chiuso e controlli degli artificieri questo pomeriggio in Liguria dopo l'allarme lanciato da un'automobilista che stava percorrendo l'arteria stradale in provincia di Savona. La donna si è messa in contatto con la polizia attraverso una colonnina Sos, spiegando agli agenti di temere la possibile presenza di una bomba a bordo del suo veicolo.

La donna è stata fatta fermare e sul posto, un piazzola di sosta, si sono recati gli agenti della polizia stradale che hanno deciso di fare intervenire gli artificieri. Anche se le verifiche condotte inizialmente dai primi poliziotti accorsi sul posto non hanno dato alcun esito, infatti, l’insistenza e l’agitazione della donna hanno spinto gli agenti a valutare verifiche più approfondite sul mezzo.

Sul posto quindi è scattata la proceduta di emergenza con tratto autostradale chiuso al traffico, in attesa dell'arrivo degli esperti del nucleo artificieri da Genova che però hanno ispezionato il veicolo senza trovare nulla. Il tratto dell'autostrada A10 è stato chiuso tra le uscite di Pietra Ligure e Borghetto, con stop al transito sia sulla carreggiata in direzione Ventimiglia sia in quella direzione Savona, ma poi riaperto dopo il cessato allarme.

Secondo le prime notizie, erano circa le 17 di venerdì quando la donna, all'altezza di Borghetto Santo Spirito, avrebbe chiamato la sala radio di Autofiori attraverso una colonnina Sos affermando di "essere ferma in una piazzola di sosta" e di avere paura di "avere una bomba in auto". La donna, messa in contatto con gli agenti della polizia stradale, avrebbe affermato di aver sentito un ticchettio anomalo e insistente nella sua auto, una Citroen C4, sulla quale viaggiava insieme ai figli.

Dopo la polizia, sul posto per precauzione sono accorsi anche i vigili del fuoco e i soccorsi sanitari ma per fortuna era un falso allarme. Intanto la donna e i figli sono stati portai via e la signora avrebbe rivelato di essere stata vittima di maltrattamenti dal suo compagno in passato e per questo avrebbe temuto che l'uomo volesse ucciderla.

156 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views