Un grave incidente stradale tra mezzi pesanti avvenuto nel pomeriggio di venerdì lungo l'autostrada A27 Venezia-Belluno ha mandato il traffico in tilt nel tratto compreso tra i caselli di Portogruaro-Conegliano e Treviso Nord, in direzione del capoluogo veneto. L'allerta è scattata nel primo pomeriggio di oggi , poco dopo le 14.30 qua di due tir si sono scontrati violentemente in carreggiata nel territorio del comune di Mareno di Piave, in provincia di Treviso. Sul posto sono subito accorsi i servizi di emergenza sanitaria del Suem 118, i vigili del fuoco e la polizia stradale oltre ai tecnici di Autostrade per l'Italia che è la concessionaria dell'autostrada A27. Sul posto anche l'elicottero di soccorso ma fortunatamente non si sarebbero feriti gravi. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, due mezzi pesanti si sono tamponati violentemente. Uno era fermo al lato della carreggiata per un guasto meccanico quando è sopraggiunto l'altro che lo ha colpito in pieno. Secondo le prime notizie l'autista del tir fermo è riuscito a scappare poco prima dell'impatto.

Lo scontro ha tra i due tir ha costretto le autorità a chiudere l'intera carreggiata per consentire i soccorsi , i rilievi del caso e la rimozione di detriti e mezzi coinvolti. Come conseguenza ci sono state pesanti ripercussioni sul traffico della zona  sia in entrata e uscita dai sacelli obbligatori sia sulla viabilità alternativa. Alle 16.30 Autostrade per l'Italia ha resto noto che "sulla A27 Venezia-Belluno tra l'allacciamento con la A28 Portogruaro-Conegliano e Treviso Nord in direzione di Venezia, si è resa necessaria la chiusura del tratto a causa di un incidente che ha visto coinvolti due camion, di cui uno alimentato a metano, all'altezza del km 36". Il tratto resterà chioso almeno fino alle 19. Chi viaggia in direzione di Venezia, deve uscire obbligatoriamente a Conegliano, dove si registrano code di diversi chilometri, seguire sulla SS13 Pontebbana in direzione Treviso, e rientrare in autostrada a Treviso Nord. Sul luogo dell'evento sono presenti il personale di Autostrade per l'Italia, la Polizia Stradale e tutti i mezzi di soccorso.