Alessia Logli, figlia di Roberta Ragusa, la donna scomparsa nel nulla dalla sua casa nel Pisano la notte tra il 12 e il 13 gennaio 2012, ha vinto un concorso di bellezza a Pescara. Alessia – a riportare la notizia è il quotidiano La Nazione – si è aggiudicata la fascia di “Miss Grand Prix on the web 2020”, concorso di bellezza svoltosi appunto a Pescara e nel quale la figlia diciannovenne di Roberta è risultata la più votata dal pubblico sul web. La giovane, nella finale svoltasi sabato sera nella città abruzzese, ha conquistato soprattutto la giuria popolare. Alessia Logli, che in diverse occasioni è apparsa sui media per parlare della tragica vicenda di sua madre Roberta Ragusa, in questo caso ha risposto ad alcune domande degli organizzatori prima della passerella finale senza entrare però mai nel merito della sua vicenda personale.

Il padre Antonio Logli condannato per l'omicidio di Roberta Ragusa

Per la sparizione di Roberta Ragusa è stato condannato, in via definitiva, il padre Antonio Logli, a 20 anni di carcere con l'accusa di omicidio volontario e distruzione di cadavere. La figlia Alessia, che in ricordo di sua madre ha anche voluto fare un tatuaggio col suo nome, ha sempre difeso il genitore sostenendo la sua innocenza. Logli, che sta scontando la sua condanna nel carcere di Massa, ha di recente fatto ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo. Il suo avvocato sta lavorando a un'istanza di revisione del processo insieme alla criminologa Anna Vagli.

"La moda mi univa a mia mamma"

Come è nata l'idea di partecipare al concorso? Alessia ha risposto a questa domanda nel corso di una intervista al Mattino: "È successo durante il lockdown. Non uscendo di casa, passavo molto più tempo di prima al telefono e sui social, ho notato questo concorso dove selezionavano ragazze sul web e ho deciso di partecipare per la Rete. Il mondo della moda mi è sempre piaciuto molto ma non avevo fatto nulla di concreto prima per cercare di avvicinarmi al settore". Un modo per aprire un capitolo nuovo della sua vita, con la giovane che ammette di non voler essere ricordata "solo per il mio passato doloroso". "Vorrei che si guardasse a me anche per cose belle. A volte mi criticano. Alcuni follower su Instagram mi hanno attaccata perché pubblico foto nelle quali sorrido, mi hanno chiesto come faccio a non stare mai male. Per me il dolore è un fatto personale, non è qualcosa da mostrare e quando lo si fa è falso", ha spiegato la diciannovenne. Cosa farà nel suo futuro: "Vorrei cercare un lavoro nella moda, vedere che proposte arriveranno dopo la fascia. Poi, farò l'università". Moda che Alessia Logli ama anche grazie a sua madre Roberta: "Mamma mi permetteva di scegliere da sola i vestiti da indossare. Entrare nel mondo del fashion sarebbe quasi portare avanti quel gioco. Penso sarebbe stata davvero felice del titolo che ho conquistato. Mi ha sostenuta ogni giorno. Gli abiti mi sono sempre piaciuti, credo di avere preso questa passione dalla mamma".