Un turista di 21 anni, originario di Salerno, è entrato nell’hotel Milton di Rimini e ha devastato la struttura alberghiera. L’episodio è avvenuto la notte prima di Ferragosto in un albergo che si trova vicino al Grand Hotel. Erano le 5 di mattina e il giovane, sotto effetto di un mix di droghe e alcool, è entrato nella struttura scavalcando il cancello esterno e riuscendo a entrare nella hall. Il giovane, secondo quanto testimoniato dal personale dell’albergo, è alto 1.90 e con una corporatura ritenuta grossa, tanto da essere descritto come un vero e proprio energumeno. Il turista entrato nell'hotel ha subito preso in mano un estintore, iniziando a distruggere tutto ciò che gli capitava davanti.

A quel punto il personale e i clienti hanno sentito tutto e sono stati svegliati dai rumori. In molti hanno provato a fermare il giovane, ma non ci sono riusciti. Lui, allora, si è lanciato contro le porte delle stanze, impaurendo anche i turisti presenti. I gestori dell’hotel hanno fatto sapere che il 21enne non era ospite della struttura, mentre i 190 clienti presenti all’interno dell’albergo si sono rifugiati nelle stanze impaurii.

Sono intervenuti i carabinieri per provare a placare il ragazzo, ma anche per loro non è stato facile mettere fine alle incandescenze del 21enne. Che ha anche morso uno de carabinieri al dito, procurandogli lesioni guaribili in otto giorni. Anche per gli altri carabinieri ci sono state lievi conseguenze, con tre giorni di prognosi per ognuno di loro. Alla fine il ragazzo è stato immobilizzato, anche con l’aiuto di sedativi. Poi è stato arrestato con l’accusa di lesioni, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Il 21enne, una volta arrestato, ha affermato di non ricordarsi nulla di quanto era successo durante la notte.