Una tragedia si è abbattuta su quella che appena un anno fa sembrava una famiglia felice. Un intero nucleo familiare è stato distrutto. A raccontare la vicenda è ‘Il resto del Carlino'. Uno scatto del 25 aprile del 2018 racconta di una famiglia molto unita: "Il tentativo meglio riuscito di oggi è questo, però ci amiamo moltissimo!", scrive la figlia Federica, postando una foto del compleanno del papà. La prima ad andarsene è stata la mamma, Rosaria, morta a gennaio per una malattia. Ieri il capofamiglia, Walter Cembali, insegnante, alla guida della Punto, forse per un malore, si è scontrato contro un trattore. Con lui viaggiavano i suoi due figli, Roberto e Federica, morti anche loro. Lo schianto è avvenuto nel primo pomeriggio di sabato, intorno alle 15.

Da giovane Walter stava trascorrendo un periodo di lavoro a Motta di Livenza, località in provincia di Treviso, quando conobbe la moglie Rosaria Maniglia, anche lei insegnate, A Motta era stato direttore didattico e maestro elementare a Cessalto. Successivamente ritornò con la famiglia ad Alfonsine, dove abitava tuttora.

I figli, Federica e Roberto, invece vivevano a Forlì. La giovane, che fra pochi giorni avrebbe compiuto 34 anni, sui suoi profili social compaiono tante foto di papà Walter, insieme alle foto con l’amica del cuore, i selfie durante viaggi all’estero. Aveva studiato alla facoltà di Scienze Internazionali e diplomatiche (Università di Bologna – Campus di Forlì), e aveva conseguito anche un mater in Europrogettazione nel 2017 presso l’Europa Cube Innovation Business School. Nel gennaio 2018 la prima vera esperienza lavorativa, come ‘sales & customer care officer' dell’azienda Momenti di Predappio. Il fratello, Roberto, 31enne, era un grande appassionato di musica.