Le previsioni meteo per domani lunedì 25 novembre fanno intendere chiaramente che il maltempo non vuole proprio saperne di lasciare l’Italia. Ancora pioggia infatti, poi una nuova perturbazione colpirà lo Stivale. Precipitazioni ed episodi di instabilità si avranno soprattutto sul medio Adriatico, al Sud e nelle Isole maggiori, al mattino anche sull’estremo Nord-Ovest, e vivace sarà anche la ventilazione. Solo martedì si assisterà ad una fase più stabile del meteo. Ma si tratterà solo di una temporanea tregua subito interrotta dall’arrivo di una nuova perturbazione atlantica che a metà settimane porterà un’ennesima fase di maltempo seppur di breve durata, che raggiungerà progressivamente il Nord, il settore tirrenico e la Sardegna con nuove piogge e neve a quote elevate nelle Alpi.

Previsioni meteo 25 novembre

Stando alle previsioni meteo del 25 novembre, l'intensa perturbazione responsabile del forte maltempo di queste ore mostrerà i suoi strascichi anche domani con forte instabilità su medio Adriatico, al Sud e nelle Isole. Precipitazioni e locali acquazzoni su Marche meridionali, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria, nord della Sicilia e Sardegna; possibili temporali isolati al Sud e in Sicilia. Al mattino qualche pioggia anche a ridosso dell’Appennino ligure e tra Torinese e Cuneese con quota neve elevata, oltre 1800-1900 m. Nel resto del Paese non sono previsti fenomeni intensi con la nuvolosità che tenderà ad attenuarsi al Nord-Est e nelle regioni centrali tirreniche, lasciando spazio anche ad ampie schiarite. Temperature massime in rialzo al Centro-Nord.

Previsioni meteo 25 novembre, allerta rossa in Emilia Romagna

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha valutato per la giornata di domani, lunedì 25 novembre, allerta rossa sulla pianura e bassa collina emiliana occidentale in Emilia-Romagna. Valutata inoltre allerta arancione in Abruzzo e Calabria, su gran parte di Piemonte, Veneto, Emilia-Romagna e Marche, su settori di Lombardia e Puglia. Allerta gialla inoltre in Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige, Campania, Molise, Basilicata, su alcuni settori di Lombardia, Emilia-Romagna, Umbria, Sicilia, Sardegna e sui restanti territori di Piemonte, Veneto, Marche e Puglia. Scuole chiuse in diverse regioni italiane.

Previsioni meteo per martedì

La situazione meteorologica migliorerà. Nessun fenomeno di particolare rilievo, con qualche residuo piovasco sui monti della Calabria. All’alba possibili nebbie in Pianura Padana,  nelle valli della Toscana e dell’Umbria. Nella notte successiva peggiora al Nord-Ovest. Temperature per lo più in calo nelle minime; massime in lieve calo al Nord, sulle regioni centrali tirreniche, in lieve aumento al Sud e nelle Isole: al Nord massime per lo più comprese tra 12 e 15 gradi, al Centro-Sud tra 15 e 20 gradi.