Le previsioni meteo del 19 agosto confermano che quella che sta iniziando sarà una settimana contrassegnata da veri e propri estremi. Dopo la breve parentesi di temperature più gradevoli torna il caldo africano e nelle prossime ore non mancheranno neppure dei forti temporali e grandinate in alcune zone della penisola. Il termometro inizierà a salire decisamente in queste ore di lunedì: farà caldo soprattutto al Centro-Sud e nelle Isole Maggiori, dove in alcune zone si raggiungeranno i 38 gradi.

Previsioni meteo oggi lunedì 19 agosto

Secondo le previsioni meteo a partire da oggi il termometro inizierà a salire e il caldo si farà sentire soprattutto nelle regioni del Centro-Sud e nelle isole di Sicilia e Sardegna. Nelle aree interne della Sardegna, della Toscana e dell’Umbria le temperature raggiungeranno i 37-38 gradi. Oggi il clima sarà piuttosto caldo e afoso anche sul resto delle regioni centrali e meridionali. Al Nord invece la calura si farà sentire di meno ad accezione dell’Emilia Romagna e del basso Veneto. Le previsioni meteo non escludono però il ritorno di qualche rovescio sulle Alpi e le Prealpi nelle ore più calde della giornata. Questo contesto di forte calore su gran parte della penisola e d'instabilità pomeridiana su Alpi e Prealpi ci accompagnerà per qualche giorno, probabilmente sino a mercoledì 21 agosto.

Previsioni meteo di domani, martedì 20 agosto

Secondo le previsioni meteo la fase più acuta di questa nuova ondata di caldo si raggiungerà tra le giornate di domani, martedì 20 agosto, e mercoledì 21. I termometri saliranno ulteriormente su tutta l'Italia ma a essere maggiormente coinvolte dai venti bollenti nord africani saranno ancora le due Isole Maggiori, molte zone del Sud e del Centro-Italia. Su queste aree si registreranno i 37-38 gradi. Il caldo si farà sentire anche sul resto del Centro come a Roma dove sono attesi valori massimi prossimi ai 35-36 gradi. A complicare le cose ci penserà l'elevato tasso di umidità che renderà il caldo molto afoso sia di giorno ma in parte anche di notte.