L’Italia ancora alle prese col maltempo secondo le previsioni meteo del 22 aprile, la Penisola infatti per tutta la parte centrale della settimana farà i conti con una nuova perturbazione che, a partire dal nord e in graduale spostamento verso sud, porterà nuvolosità diffusa e piogge su molte regioni del Paese tra mercoledì e giovedì. Se i primi effetti di questa fase perturbata li subiranno le regioni settentrionali, domani giovedì 22 aprile piogge e nuvole interesseranno maggiormente le regioni centro meridionali.

Previsioni meteo 22 aprile Maltempo su centro sud

Le previsioni meteo di giovedì 22 aprile indicano, dopo una giornata di nuvolosità in aumento su gran parte d’Italia e piogge sparse al nord oggi, un graduale spostamento della perturbazione verso il centro sud domani. Quindi giovedì avremo un nord che potrà contare gradualmente su ampie schiarite con prevalenza di sole in particolare sul Nord-ovest e contemporaneamente un aumento della nuvolosità al centro sud e sulle Isole maggiori. Nonostante il maltempo le temperature saranno miti e in aumento quasi ovunque vero le medie stagionali.

Previsioni meteo giovedì, ancora piogge anche su nord est

Secondo le previsioni meteo per domani 23 aprile dunque nella prima parte della giornata nuvole e piogge interesseranno ancora il Nord-est, con brevi rovesci o temporali attesi tra fra Romagna, Veneto e Friuli. Le piogge sono attese un po’ ovunque, invece, sull’Italia centro meridionale ma i fenomeni più intensi riguarderanno in particolare Lazio, Abruzzo, Molise, Puglia e Campania.

Previsioni meteo venerdì

Una situazione analoga è attesa che per la giornata di venerdì quando, secondo le previsioni meteo, avremo ancora forte instabilità al Sud e un ulteriore miglioramento al Centro-Nord dove ci sarà un primo e deciso aumento delle temperature. Le condizioni meteorologiche sull’Italia però sono destinate migliorare corso del weekend quando dopo un sabato ancora incerti al sud vedremo una domenica con sole prevalente ovunque. Sarà nel weekend della "Liberazione" che grazie all'anticiclone africano, l'Italia comincerà a vedere aria più calda che stabilizzerò l'atmosfera.