Momenti di paura nel pomeriggio di lunedì nel parcheggio di un centro commerciale a Taranto quando un bimbo di appena un anno è rimasto accidentalmente chiuso all'interno della vettura di famiglia ferma in sosta senza che nessuno riuscisse a liberarlo. Comprensibile lo spavento dei genitori preoccupati dal fatto che il piccolo  era di fatto irraggiungibile in quanto tutti i finestrini dell'auto erano rimasti chiusi. Dopo alcuni minuti di grande spavento, però, fortunatamente sono intervenuti sul posto i soccorsi di polizia e vigili del fuoco che infine sono riusciti a liberare il bimbo senza che riportasse conseguenze. L'episodio si è consumato nell'area antistante il centro commerciale del quartiere Quartiere Paolo VI nel momento in cui la famigliola era pronta a tornare a casa dopo le compere.

I tutto è avvenuto in pochi attimi mentre la madre del piccolo sistemava il bimbo nel seggiolino auto. La donna ha lasciato inavvertitamente  le chiavi sul sediolino e mentre lei faceva il giro per entrare in auto il piccolo le ha prese premendo il pulsante di chiusura centralizzata della vettura che aveva tutte le portiere chiuse. Dopo lo smarrimento iniziale e compresa l'impossibilità di aprire autonomamente le porte e liberare il bimbo, è stata la stessa donna a chiedere aiuto alla polizia con una chiamata al 113 spiegando di temere per l'elevata temperatura all'interno dell'abitacolo. In poco tempo sul posto sono arrivati gli agenti di una pattuglia delle Volanti che, dopo aver tranquillizzato la donna, hanno deciso di intervenire rompendo il deflettore posteriore sinistro dell’auto e liberando così il piccolo all'interno che ha potuto riabbracciare finalmente la madre.