Papa Francesco è arrivato a Camerino, dove è andato a trovare le famiglie che si trovano nelle strutture abitative emergenziali dopo il terremoto che ha colpito l’Italia centrale. Bergoglio è stato accolto dai ringraziamenti delle famiglie e da chi gli ha anche preparato una torta. Una accoglienza gradita al pontefice che chiede, però, una soluzione il più rapida possibile per tutte quelle persone che vivono ancora in questo stato di precarietà: “Buongiorno a tutti voi, avrei voluto visitare ogni casa ma non è possibile e per questo vi saluto da qua e do la benedizione a tutti. Sono vicino a ognuno di voi e prego per voi perché questa situazione si risolva il più presto possibile. Grazie per la pazienza e per il coraggio. Pregate per me”.

Papa Francesco invita i cittadini di Camerino ad avere speranza: “Andate avanti”, dice rivolgendosi a loro. Il pontefice è entrato in alcune casette e in una di queste, ospite di una coppia, ha anche fatto colazione. Poi è entrato in altre case, dove ha pregato e ha benedetto i presenti. Ha parlato della vita quotidiana in questa situazione di costante precarietà e si è preoccupato della salute delle persone più anziane. In tutto il Papa ha visitato sei strutture abitative, fermandosi a parlare con i loro abitanti. Due anziani si sono lasciati andare alle lacrime quando hanno parlato con Bergoglio, mentre una giovane famiglia ha chiesto al Papa una foto ricordo. Alle 10.30 è prevista la messa a piazza Cavour, nel centro della città, ancora zona rossa. Dopo l’Angelus, il Papa sosterà davanti alla chiesa di Santa Maria in Via, simbolo del terremoto con il crollo del suo campanile. Dopo pranzo ci sarà, invece, un incontro con i bambini della prima comunione al centro di comunità San Paolo. Poi la ripartenza per Roma prevista intorno alle 16.

Papa Francesco ha visitato in mattina la cattedrale di Camerino, ancora inagibile dopo il terremoto di tre anni fa. Ha quindi dovuto indossare, per entrare, un elmetto di sicurezza. La struttura è stata aperta in via eccezionale solo per permettere al pontefice di visitarla. Discorso simile anche per piazza Cavour, solitamente inibita al passaggio in quanto zona rossa. Solo per oggi sarà possibile accedere al centro della città, anche se con numeri limitati per motivi di sicurezza. Il Papa è stato scortato dai vigili del fuoco durante la visita del centro storico e della cattedrale. Bergoglio incontrerà anche i sindaci dei 32 comuni della diocesi.