Sarebbero almeno sette le persone rimaste ferite nell'esplosione avvenuta quest'oggi a Palermo nei pressi della stazione centrale. Stando alle prime informazioni sembra che l'esplosione sia stata causata probabilmente dall'innesco di una sacca di gas fuoriuscita da una bombola che si trovava all'interno di un minimarket. Sul posto sono intervenuti immediatamente vigili del fuoco, polizia e personale del 118 che ha soccorso i feriti trasportati in ospedale. Per sicurezza è stato evacuato l'edificio sopra il locale in cui è avvenuta l'esplosione che è stata avvertita in tutta la zona.

Ustioni gravi per uno dei feriti

L'allarme è scattato nel pomeriggio di oggi quando poco prima delle 19 è stato udito un boato assordante nei pressi di piazza Giulio Cesare a Palermo accanto alla stazione centrale sul lato del capolinea del tram. L'esplosione è avvenuta all'interno di un minimarket etnico all'interno del quale vi erano diverse persone: almeno uno dei feriti è stato trasportato in ospedale in codice rosso con ustioni gravi, due invece hanno raggiunto il vicino nosocomio della città in codice giallo, mentre gli altri hanno riportato ferite leggere. Sul posto sono intervenuti immediatamente, oltre ai sanitari del 118, anche i vigili del fuoco e gli agenti delle volanti che hanno messo in sicurezza l'area.

Esplosa una bombola di gas

Stando a una prima ricostruzione effettuata dagli agenti sopraggiunti poco dopo l'esplosione grazie al sopralluogo effettuato dai vigili del fuoco sembra che a esplodere sia stata una bombola del gas: le cause però restano ancora da chiarire. L'esplosione ha parzialmente distrutto i locali: infissi divelti e prodotti arrivati all'esterno, lungo il marciapiede antistante. Le operazioni dei vigili del fuoco sono ancora in corso mentre il palazzo che ospita il locale esploso è stato fatto evacuare per sicurezza.