Paura a Torpè, in provincia di Nuoro, dove un uomo di 33 anni è stato colpito da una scarica elettrica mentre passeggiava questa mattina insieme al figlio 13enne lungo una strada sterrata non distante dal centro della cittadina sarda. Entrambi sono stati trasportati al pronto soccorso dell'ospedale San Francesco in gravi condizioni anche se non sarebbero in pericolo di vita. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, erano circa le 08.30 di oggi, martedì 2 luglio, quando i due, all'altezza di un palo della luce, sono rimasti folgorati da una scossa, proveniente probabilmente da alcuni fili elettrici scoperti. Dopo l'allarme, sul posto sono arrivati i carabinieri di Siniscola e un'ambulanza del 118.

I militari, in collaborazione con i vigili del fuoco e con gli operai della società che gestisce l'illuminazione pubblica del paese, hanno intanto avviato accertamenti per la messa in sicurezza della strada dove si è verificato l'incidente, che si sarebbe potuto trasformare in una vera e propria tragedia. Si ricordi che in caso di folgorazione, cioè si verifica una scarica elettrica artificiale, è possibile riportare ustioni, che di solito si concentrano nel punto di ingresso e in quello di uscita della corrente dal corpo, mentre a certi livelli di intensità, il passaggio di corrente può provocare contrazioni muscolari incontrollabili, la cosiddetta tetanizzazione, che impediscono di reagire e lasciare la presa, e nei casi più gravi, ma non è questo, se la corrente attraversa il muscolo cardiaco può causare gravi aritmie, potenzialmente fatali.