277 CONDIVISIONI
Covid 19
6 Maggio 2022
09:19

Monitoraggio Iss, l’incidenza Covid cala a 559 mentre l’indice Rt risale a 0,96

Il monitoraggio Iss di questa settimana registra un calo netto dell’incidenza da 699 casi ogni 100mila abitanti a 559, mentre l’indice Rt passa da 0,93 a 0,96.
A cura di Tommaso Coluzzi
277 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

L'incidenza cala, l'Rt risale. Il monitoraggio dell'Istituto superiore di sanità di questa settimana, presentato come ogni venerdì insieme al ministero della Salute, registra una netta diminuzione dei nuovi casi Covid ogni 100mila abitanti. L'incidenza settimanale a livello nazionale, infatti, passa dai 699 casi della scorsa settimana ai 559 del monitoraggio di oggi. Allo stesso tempo, però, risale leggermente l'indice Rt, che invece passa da 0,93 della scorsa settimana a 0,96 segnalato oggi. Il range è tra 0,85 e 1,07 e, in ogni caso secondo quanto riporta l'Iss, si tratta di una sostanziale stabilità dell'indicatore.

Nel frattempo la situazione è in miglioramento anche negli ospedali, che da sempre sono l'immagine più limpida dell'andamento della pandemia di Covid. In questo momento la pressione sulle strutture sanitarie è molto più leggera che in passato – con delle differenze tra le varie Regioni – e soprattutto è in calo: il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva, a livello nazionale, scende al 3,7% dal 3,8% della scorsa settimana. In area medica, invece, i posti letto occupati da malati Covid sono il 14,5% del totale: anche in questo caso il dato è in calo dal 15,6% della scorsa settimana.

Per quanto riguarda il livello di rischio, invece, nessuna Regione è più classificata nella categoria alto. Ci sono tre – tra Regioni e Province autonome – a livello moderato, mentre tutte le altre sono a rischio basso. "La percentuale dei casi rilevati attraverso l'attività di tracciamento dei contatti è stabile (12% vs 12% la scorsa settimana) – scrive l'Iss nel monitoraggio di oggi – Anche la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi rimane sostanzialmente stabile (42% vs 40%), come anche la percentuale dei casi diagnosticati attraverso attività di screening (46% vs 47%)".

277 CONDIVISIONI
31401 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni