Luca Donadini, 40enne di Padova, e Miranda Matos Jose Luis, 47enne cubano – entrambi senza fissa dimora – sono stati arrestati ieri pomeriggio dai carabinieri del nucleo operativo di Mestre con le accuse di rapina e lesioni aggravate e porto abusivo di armi. I due secondo gli inquirenti alla metà di novembre hanno aggredito una giovane cuoca nel tentativo di rapinarla, colpendola ripetutamente con calci alla schiena e schiaffi. Di fronte alla reazione della donna, i due malviventi non avevano esitato ad estrarre persino un coltello. La lama aveva ferito la malcapitata al volto, procurandole un profondo segno che le rimane tutt’ora.  I due malviventi sono poi fuggiti abbandonando a terra la vittima.

Dopo essersi fatta medicare la ragazza ha sporto denuncia ai carabinieri fornendo una dettagliata descrizione dei suoi aggressori: i militari hanno però trovato ampi riscontri dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona e sono riusciti nel giro di pochi giorni a dare un nome ai due: si tratta di due individui piuttosto noti nel quartiere Piave di Mestre, dove trascorrono le giornate cercando di sbarcare il lunario. I due avrebbero cercato di rapinare la giovane cuoca, la cui unica "colpa" è stata quella di ribellarsi. Per questo dopo essere stata derubata è stata anche sfregiata al volto con un coltello. I due malviventi sono stati arrestati e condotti nel carcere di Venezia.