Immagini da Facebook (Sei di Ancona se).
in foto: Immagini da Facebook (Sei di Ancona se).

Una maxi grandinata si è abbattuta nel primo pomeriggio di oggi, domenica 30 agosto, ad Ancona. Tante le immagini condivise sui social network dai cittadini dei chicchi grandi come noci che per pochi minuti hanno colpito molti il centro e la provincia, provocando una serie di danni alla carrozzeria delle auto in sosta, ma anche alle finestre e alle tapparelle che sono state danneggiate e bucate. La grandine, accompagnata da forti raffiche di vento, è caduta abbondante soprattutto nella zona di Posatora, in centro storico, nei nuovi quartieri (Monte Dago, via Togliatti, Sparapani e Tiraboschi) e in altre zone della città. Sono, inoltre, più di 20 le persone che si sono rivolte dopo la tempesta al pronto soccorso dell’Ospedale Torrette per le ferite causate dalla grandine. La notizia è stata confermata da fonti del Pronto Soccorso contattate dal Corriere della Sera. "Si tratta di persone colpite in testa mentre erano per strada o cercavano di chiudere le finestre", si legge. Tre i pazienti per cui si è reso necessario il ricovero.

Con il temporale che ha preceduto la grandinata si è verificata anche anche una serie ininterrotta di tuoni e fulmini, che però hanno poi lasciato lo spazio al sole. L'ondata di maltempo ha comunque colpito buona parte del litorale marchigiano. Molti gli interventi dei pompieri per alberi caduti e allagamenti. Ai centralini di vigili del fuoco e vigili urbani sono arrivate decine di chiamate per danneggiamenti vari, e rami e alberi caduti. Uno di questi è piombato in mezzo al Viale della Vittoria. Diversi arbusti sono caduti anche lungo la strada per Posatora, ad Agugliano, Offagna e altri centri della provincia, mentre a Santa Maria Nuova un fulmine ha appiccato un incendio in un campo. I vigili del fuoco sono attualmente impegnati in numerosi interventi specie nell'entroterra anconetano. Ma con il passare dei minuti la situazione si è resa difficile anche in altre province della regione come Ascoli e Fermo.