Il maltempo che negli ultimi giorni ha provocato grossi disagi da Nord a Sud ancora non dà tregua all’Italia. Una nuova ampia saccatura ha raggiunto la penisola portando condizioni di generale maltempo a partire dalle regioni del Nord. Continua dunque a piovere e nevicare anche a quote basse. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. L’avviso prevede già dal pomeriggio di oggi, giovedì 14 novembre, precipitazioni diffuse, anche temporali, su Liguria ed Emilia-Romagna. È allerta meteo gialla in sette Regioni.

Maltempo, oggi allerta meteo gialla in 7 Regioni

Le precipitazioni di oggi saranno accompagnate da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Inoltre si prevedono venti di burrasca, con raffiche di burrasca forte, dai quadranti meridionali su Lombardia e Veneto, con mareggiate lungo le coste esposte. L’avviso del Dipartimento della Protezione Civile prevede infine nevicate che interesseranno in particolare la Valle d’Aosta e l’entroterra ligure di ponente. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per oggi allerta gialla su Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Emilia-Romagna, Abruzzo, Molise e Basilicata.

Allerta meteo, le previsioni del maltempo in Italia

Secondo le previsioni meteo, dopo i danni di questi giorni in particolare a Venezia che affonda per l'acqua alta, già nel pomeriggio di oggi il maltempo tornerà a imperversare con alto rischio di forti piogge, temporali e nevicate. Tra il pomeriggio e la sera, il meteo si farà più minaccioso sempre sull'area occidentale del Nord con piogge via via più diffuse ed intense che potranno assumere carattere di forte rovescio e nubifragio su Piemonte e Liguria. In serata le precipitazioni si sposteranno verso Nord-Est e raggiungeranno Sardegna e Toscana con forti piogge sull'area alpina e prealpina centro orientale, l'alta Lombardia, l'Emilia, il Levante ligure e le coste settentrionali della Toscana.

La giornata di venerdì trascorrerà all'insegna di avverse condizioni atmosferiche su gran parte del Centro-Nord. Le piogge colpiranno in particolare il Veneto e il Friuli Venezia Giulia e sulle Dolomiti avremo copiose nevicate. Tempo instabile anche al Centro, con rovesci e temporali in particolare sulla Toscana e sul Lazio, mentre in serata piogge diffuse si spingeranno verso la Campania.

E il maltempo non darà tregua neppure durante il weekend: nella giornata di sabato arriverà un nuovo ciclone sull’Italia che porterà nuova neve, piogge abbondanti. Piogge e nubifragi interesseranno in particolare il Lazio, compresa Roma, la Toscana e tra il pomeriggio e la serata tutto il Nord-Est. Attese altre abbondanti nevicate  sulle Dolomiti.

Domenica la fase più acuta del maltempo andrà attenuandosi sui versanti orientali e al Nord-Ovest. Piogge e temporali insisteranno invece sulle regioni tirreniche e su gran parte del Sud.

Allerta meteo in Liguria: ecco le zone a rischio

Sono ore di apprensione in Liguria: è infatti in arrivo nel pomeriggio l'annunciata perturbazione che porterà piogge diffuse intense soprattutto sul centro Ponente, temporali anche forti, neve nelle zone interne sempre in quest'area, venti di burrasca e mareggiate anche in questo caso intense. Alla luce degli ultimi aggiornamenti, Arpal ha prolungato e modificato l'allerta: nel centro della Liguria ed entroterra del Ponente è arancione per pioggia, dalle 18 di oggi alle 8 di domani – venerdì 15 novembre. In questa zona è anche allerta gialla per neve dalle 18 di oggi alle 6 di domani. Nel Levante, è allerta gialla dalle 21 di oggi alle 10 di domani.

Ecco, in particolare, quali sono le disposizioni dell'Arpal per le prossime ore:

  • Allerta arancione dalle 18 di oggi, giovedì 14 novembre, alle 8 di domani, venerdì 15 novembre: centro della regione da Noli a Portofino ed entroterra di ponente dalla val Bormida alla valle Stura (zone B e D);  per la zona D anche allerta gialla per neve dalle 18 di oggi, giovedì 14, alle 6 di domani, venerdì 15 novembre;
  • ponente regionale fino a Noli (zona A): gialla dalle 15 di oggi, giovedì 14, alle 6 di domani, venerdì 15 novembre
  • levante regionale da Portofino ed entroterra dalla valle Scrivia a levante (zone C-E): gialla dalle 9 di stasera, giovedì 14, alle 10 di domani, venerdì 15 novembre.

Maltempo, allerta arancione in Toscana

Un'intensa perturbazione, anche con temporali, interesserà la Toscana nella giornata di domani, venerdì 15 novembre. Per questo la Sala operativa unificata ha emesso un codice arancione dalla mezzanotte di stasera fino alle 18 di domani su Arcipelago, aree costiere e zone limitrofe, grossetano, senese, aretino e un codice giallo sul resto della regione sempre per piogge e rischio idrogeologico. Il meteo peggiorerà nella notte a partire dall'Arcipelago e dalla costa centro-settentrionale con precipitazioni diffuse, anche localmente temporalesche, in estensione tra la notte e la mattina a tutta la Toscana. Domani pomeriggio le piogge tenderanno ad assumere carattere più sparso, risultando più frequenti nelle zone orientali della regione. In tarda serata nuovi rovesci e isolati temporali in arrivo sulle zone occidentali della regione.

Veneto, allerta rossa, elevato rischio di valanghe

La Protezione Civile ha diramato l'allerta rossa per alcune zone del Veneto, in particolare Piave pedemontano, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone. Gianpaolo Bottacin, Assessore all’ambiente e Protezione Civile del Veneto, ha fatto il punto sull'evoluzione meteo per i prossimi giorni: "Le previsioni meteo dicono che, dopo una pausa, da sabato pomeriggio è previsto un nuovo peggioramento delle condizioni per circa 24 ore. A preoccupare sono le precipitazioni intense, attese in particolare nella parte orientale della pianura veneta, ma soprattutto la previsione di vento forte in quota, che rende particolarmente elevato il rischio valanghe". L'evoluzione delle condizioni meteo apre uno scenario di criticità su tre fronti. "Da un lato in montagna si prospetta un alto rischio valanghivo – precisa Nicola Dell'Acqua, direttore dell'area tutela e sviluppo del territorio della Regione – poi, abbiamo il fronte della costa della provincia di Venezia e di Rovigo, dove i nuovi fenomeni potrebbero peggiorare la situazione già critica e, infine, ma non da ultimo, la situazione del territorio di Venezia."

Meteo, in Alto Adige allerta fino a sabato

In vista delle intense precipitazioni annunciate per domani in Alto Adige, il gruppo di valutazione del Centro funzionale provinciale, riunitosi nella sede dell'Agenzia per la protezione civile di Bolzano, ha deciso di portare da subito, e sino alle ore 12 di sabato 16 novembre, lo stato di protezione civile al livello bravo (arancione), ovvero quello di pre-allarme. Si tratta del terzo livello su una scala di quattro.