Sono in corso in tutta Italia i sequestri in via precauzionale da parte dei carabinieri dei Nas delle dosi del vaccino anti-Covid di AstraZeneca del lotto ABV2856, che è stato nelle scorse ore bloccato dall'Aifa in seguito a una morte sospetta in Italia e ad alcune segnalazioni in Europa. È quanto si apprende da fonti del Ministero della Salute.

Aifa ha sospeso un lotto di vaccino AstraZeneca

Oggi l'Agenzia italiana del farmaco ha deciso, in via precauzionale, di emettere un divieto di utilizzo del lotto ABV2856 del vaccino AstraZeneca, dopo, tra l'altro, la morte di un militare per arresto cardiaco ‘in concomitanza temporale' con la somministrazione del vaccino. Dosi di questo lotto del vaccino contro il Coronavirus sono state distribuite in tutta Italia. A quanto si apprende, sono circa 500mila le dosi contenute in ogni lotto del siero AstraZeneca.

In corso le verifiche dell'Agenzia del Farmaco

"No comment. La comunicazione è nelle mani del Ministro. È tutto in evoluzione, bisogna ancora accertare il nesso di causalità", è quanto intanto ha detto il presidente dell'Aifa Giorgio Palù uscendo dal Mise dopo un incontro con il Ministro Giorgetti in merito al piano vaccinazioni. "Aifa sta effettuando tutte le verifiche del caso, acquisendo documentazioni cliniche in stretta collaborazione con i NAS e le autorità competenti", spiegano sempre dall'ente. I campioni del lotto di vaccino AstraZeneca ritirato verranno analizzati dall’Istituto Superiore di Sanità.  "Aifa comunicherà tempestivamente qualunque nuova informazione dovesse rendersi disponibile" spiegano sempre dall'Agenzia del Farmaco.