Con provvedimento urgente l'Aifa ha disposto l'immediato divieto di utilizzo di un lotto di vaccino anti covid AstraZeneca in tutta Italia. Lo ha comunicato oggi la stessa Agenzia italiana del farmaco. Il lotto interessato è il numero ABV2856 del vaccino AstraZeneca. La decisione è stata assunta in via precauzionale ma è arrivata a seguito della segnalazione di alcuni eventi avversi gravi su persone vaccinate con questo tipo di antidoto e su cui devono essere svolte ulteriori analisi. "A seguito della segnalazione di alcuni eventi avversi gravi, in concomitanza temporale con la somministrazione di dosi appartenenti al lotto ABV2856 del vaccino AstraZeneca anti COVID-19, AIFA ha deciso in via precauzionale di emettere un divieto di utilizzo di tale lotto su tutto il territorio nazionale e si riserva di prendere ulteriori provvedimenti, ove necessario, anche in stretto coordinamento con l’EMA, agenzia del farmaco europea" spiega una nota dell'Aifa.

I campioni del lotto di vaccino anti covid AstraZeneca analizzati dall'Iss

Al momento, sottolinea la stessa Agenzia, comunque non è stato stabilito alcun nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino e tali eventi avversi. "AIFA sta effettuando tutte le verifiche del caso, acquisendo documentazioni cliniche in stretta collaborazione con i NAS e le autorità competenti" spiegano sempre dall'ente. I campioni del lotto di vaccino anti covid AstraZeneca ritirato verranno ora analizzati dall’Istituto Superiore di Sanità.  "AIFA comunicherà tempestivamente qualunque nuova informazione dovesse rendersi disponibile" spiegano dall'agenzia del farmaco.

Il precedente richiamo di un altro lotto del vaccino AstraZeneca in Ue

La notizia del richiamo del lotto del vaccino AstraZeneca da parte di Aifa è arrivata nello stesso giorno in cui la Danimarca ha sospeso l'uso del vaccino anti covid AstraZeneca per 14 giorni per ulteriori test su possibili reazioni avverse non identificate in precedenza. Si parla di un possibile effetto collaterale grave sotto forma di coaguli di sangue fatali su cui però al momento non vi è nessuna certezza di connessione col vaccino. La stessa decisione è arrivata anche dalla Norvegia e dall'Islanda che hanno sospeso per precauzione e fino a nuovo avviso l'uso di tutti i lotti del vaccino AstraZeneca. In precedenza, nei giorni scorsi, diversi Paesi avevano sospeso l’uso di un singolo lotto di vaccino AstraZeneca proprio per possibili reazioni avverse gravi su cui indagare ulteriormente. La prima era stata l’Austria a cui si sono uniti diversi Paesi: il lotto incriminato però era il numero ABV5300.