203 CONDIVISIONI
Covid 19
23 Maggio 2022
17:34

Grazie al Covid ci sono 573 super ricchi in più al mondo, ogni due giorni guadagnano un miliardo

Secondo il report presentato da Oxfam le disuguaglianze nel mondo continuano a crescere, ma con il Covid hanno avuto un’accelerazione senza precedenti. I super ricchi sono sempre di più, mentre il rischio povertà si estende a centinaia di milioni di persone.
A cura di Tommaso Coluzzi
203 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

I ricchi sono sempre più ricchi, i poveri sono sempre di più. Il mondo disegnato da Oxfam, in un report reso pubblico per l'apertura del meeting annuale del World economic forum di Davos, è sempre più all'insegna delle disuguaglianze. I prezzi dei prodotti alimentari e dell'energia aumentano esponenzialmente in tutto il mondo, tanto da mettere a rischio di povertà estrema un milione di persone al giorno e mezzo nel 2022. Allo stesso tempo i super ricchi che controllano le aziende che fanno profitto nell'alimentare e nell'energetico, guadagnano un miliardo di dollari ogni due giorni. Dall'inizio della pandemia di Covid le loro fortune sono cresciute di 453 miliardi di dollari.

Sono 573 i nuovi miliardari dall'inizio della pandemia. Praticamente uno ogni 30 ore. Più o meno nello stesso tempo – ogni 33 ore – un milione di persone rischia di finire in povertà estrema. Sono 263 milioni quest'anno. Oxfam segnala che la ricchezza dei miliardari è aumentata più in due anni di Covid che nei primi 23 anni delle rilevazioni di Forbes. Al momento vale il 13,9% del Pil. Per capirci: nel 2000 era il 4,4%. "La marcata concentrazione della ricchezza nelle mani di pochi è il risultato di politiche di lungo corso – ha spiegato Gabriela Bucher, direttrice esecutiva di Oxfam International – Privatizzazioni, emersione di nuovi monopoli, ricorso ai paradisi fiscali e sfrenato arricchimento per pochi; insicurezza, sfruttamento, assenza di diritti e sforzi scarsamente riconosciuti e ricompensati per troppi altri. La pandemia ha esacerbato le disuguaglianze e ridotto sul lastrico molte persone".

Il report di Oxfam si concentra soprattutto su energia e alimentare. Cinque delle più grandi multinazionali energetiche – segnalano – fanno 2.600 dollari di profitto al secondo. Nell'alimentare, intanto, la pandemia di Covid ha prodotto 62 nuovi miliardari. C'è un fattore fondamentale da considerare quando si parla di questo settore: i prezzi alle stelle dei prodotti alimentari innescano dissesti sociali e politici nei Paesi più poveri. Intanto i 2.668 miliardari del mondo possiedono una ricchezza netta pari a 12.700 miliardi di dollari. Con la pandemia questa cifra è aumentata di 3.780 miliardi di dollari. Perciò Oxfam chiede immediatamente una tassa sugli extra-profitti per aiutare chi è in difficoltà e accende ancora una volta i riflettori sui vaccini contro il Covid e chiede la liberalizzazione dei brevetti: l’87% dei cittadini nei paesi a basso reddito non ha ancora completato il ciclo vaccinale.

203 CONDIVISIONI
31376 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni