Screen da Estense.
in foto: Screen da Estense.

Mattinata infermale sull'autostrada A13 Bologna-Padova nel tratto compreso tra il capoluogo emiliano e Ferrara, dove si sono verificati ben sette incidenti, molto probabilmente causati dalla fitta nebbia e dal ghiaccio, il cui bilancio è tragico: si parla infatti di due morti e ben 11 feriti, per un totale di 13 mezzi pesanti e veicoli leggeri coinvolti. I vigili del fuoco di Ferrara, intervenuti a più riprese con due camion e un'autogru e aiutati da squadre arrivate anche da Rovigo e Bologna, sono stati impegnati dalle 10.30 fino quasi alle 17. Proprio intorno alle 10.30 è arrivata la prima chiamata di soccorso: un tamponamento fra tre camion in cui si è registrata la prima vittima.

Il secondo incidente mortale è avvenuto invece al chilometro 29, pochi minuti dopo, sempre prima delle 11, nel territorio di Poggio Renatico, e a rimanerne vittima è un uomo del quale al momento non si conoscono età e generalità. In quest’ultimo caso lo scontro è avvenuto fra un’auto e un furgone, sempre per via della scarsa visibilità.

Altri cinque sono stati gli incidenti in direzione Bologna, due quelli in direzione Ferrara. Disagi anche per quanto riguarda il traffico. Autostrade ha fatto sapere sapere che sul tratto "persiste una condizione di visibilità ridotta a causa della nebbia, che al momento sta interessando la A13 tra Interporto e Monselice con visibilità 80 m – la velocità massima consentita è di 50 km/h – il traffico è bloccato in direzione Bologna. Si registrano 4 km di coda all’interno del tratto chiuso in direzione Bologna e 1 km di coda all’interno del tratto chiuso in direzione Padova". Alle 18:15 l'A13 Bologna-Padova resta ancora chiusa nelle due direzioni tra il bivio con la A14, a Bologna, a Villamarzana (Rovigo): è un tratto di una settantina di chilometri.