Nuovo ordine di ritiro farmaci su tutto il territorio nazionale. Questa volta al centro del provvedimento c'è lo sciroppo mucolitico Mucoaricodil, prodotto da Menarini. Ad annunciare lo stop alla vendita di un lotto di questo prodotto è stata la stessa farmaceutica, che ha dettagliato in una nota diffusa da Codifi (Consorzio Stabile per la Distribuzione) tutte le informazioni da sapere sul richiamo come conferma riporta "Lo sportello dei diritti".

Nello specifico, oggetto del ritiro sono le confezioni del lotto n. 81001 con scadenza febbraio 2021 da 200 ml dello sciroppo in questione con autorizzazione Aic 033561046. È a base del principio attivo Ambroxolo cloridrato, appartenente alla categoria mucolitici ed è appunto commercializzato in Italia da Menarini Industrie farmaceutiche riunite Srl. Si tratta di un prodotto molto utilizzato, soprattutto in questo caratterizzato da maltempo e calo delle temperature, per combattere le affezioni del sistema respiratorio. Viene in genere consumato in caso di bronchiectasie, broncopneumopatia cronica ostruttiva, faringite acuta, influenza, laringite acuta, laringite cronica, polmonite, raffreddore, rinite allergica e tosse e rientra nella categoria di medicinali non soggetti a prescrizione medica da banco. Non è la prima volta che si verifica un caso del genere. Altri farmaci sono stati richiamati dal mercato negli ultimi mesi. Si ricordi in particolare quelli contenenti ranitidina e oltre 700 lotti di medicinali contenenti Valsartan, dopo che è stata trovata all'interno una sostanza classificata come cancerogena.