Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Tragedia nelle scorse ore a Cagliari dove un uomo si è tolto la vita dopo aver scoperto che la moglie era deceduta in ospedale dove era ricoverata per covid. Il dramma si è consumato nella giornata di ieri, giovedì 19 novembre. Il corpo senza vita dell’uomo è stato rivenuto nel pomeriggio dai parenti in campagna dove l’uomo si era diretto senza dire nulla a nessuno. La vittima è un pensionato di 71 anni residente a Gonnosfanadiga, piccolo centro della provincia del Sud Sardegna, nel medio Campidano.

I parenti hanno raccontato di un uomo distrutto dal dolore per la morte della consorte, una donna di 65 anni deceduta pochi giorni fa per le conseguenze del Coronavirus dopo diversi giorni di ricovero nel reparto covid dell’ospedale Santissima Trinità di Cagliari. Dopo la terribile notizia della morte della moglie, a cui ha dovuto dire addio senza nemmeno poterla salutare per l’ultima volta, l’uomo infatti pare non si fosse più ripreso. Ha atteso due giorni prima di mettere in atto l’estremo gesto. Si è diretto nella campagna fuori dal paese e si è tolto la vita con un colpo d'arma da fuoco.

A lanciare l’allarme alcuni parenti che sapendo del suo stato piscologico e non riuscendo a contattarlo in alcun modo si sono impensierirti. L'anziano infatti era anche lui positivo al coronavirus ma non aveva i sintomi ed era in isolamento domiciliare ma a casa non c’era. Un parente quindi lo ha cercato nei campi dove il 71enne era solito andare e ha fatto la tragica scoperta del corpo senza vita riverso a terra. Inulti per lui i soccorsi medici. Sul luogo della tragedia sono accorsi i carabinieri per gli accertamenti di rito.