È stato eseguita nella serata di ieri l'autopsia di Simone, il 12enne investito da un Suv lanciato a grande velocità in una stradina nel centro storico di Vittoria, provincia di Ragusa. Alla guida del mezzo il pregiudicato Rosario Greco, è di ieri la notizia della convalida dell’arresto. Il bambino è morto domenica mattina al Policlinico di Messina dove era stato ricoverato per l'amputazione delle gambe. Nell'incidente era deceduto sul colpo il cugino Alessio, di 11 anni. L’esame autoptico è stato eseguito dal medico legale Francesco Coco, incaricato dalla Procura di Ragusa – il sostituto titolare delle indagini è Andrea Sodani.

Presto i risultati dell'autopsia

Per i risultati bisognerà attendere comunque qualche giorno; secondo le prime indiscrezioni potrebbe essere stato l’insorgere di una grave infezione a causare il decesso di Simone. I funerali per dare l’ultimo saluto a al bimbo, si terranno mercoledì alle 16,00, giornata in cui verrà proclamato il lutto cittadino. Come per il cuginetto Alessio anche questa cerimonia funebre si terrà nella chiesa di San Giovanni e verrà presieduta dal vescovo di Ragusa, Carmelo Cuttitta. Non sarà tuttavia l’agenzia funebre che ha organizzato le esequie del cuginetto ad occuparsene, dopo le polemiche sollevate in merito alla presunta amicizia di uno degli amministratori ad uno degli occupanti del Suv che ha travolto i due cugini mentre giocavano sull’uscio di casa.

Di Maio ai funerali di Simone

E sempre ieri il Presidente del Consiglio, Luigi Di Maio, ha comunicato di aver cancellato gli appuntamenti in agenda per mercoledì 19 per partecipare al funerale del piccolo Simone. Lo ha reso noto l'ufficio stampa del Ministro del Lavoro. Lo stesso Di Maio, alla notizia del decesso del secondo bimbo, aveva commentato così: “È così grande la rabbia che viene da dire che per uno così non basta nemmeno il carcere. Sei un essere inumano se investi due bambini in quel modo. Poi fuggi e non presti soccorso. Mi viene la pelle d'oca solo a pensarlo.”