Il Nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Milano ha effettuato acquisizioni di documenti e dati nelle sedi di Amazon e di eBay nell'ambito dell'inchiesta dei procuratori aggiunti Tiziana Siciliano e Eugenio Fusco sulle "manovre speculative" nelle vendite a prezzi folli di mascherine, gel disinfettanti e altri prodotti sanitari in questi ultimi giorni di emergenza Coronavirus. Per il momento il fascicolo è a carico di ignoti. Si ipotizzano speculazioni sui prezzi di "generi di prima necessità”. “Stiamo offrendo la massima collaborazione alle autorità competenti”, fa sapere Amazon in merito ai controlli.

Coronavirus, mascherine e gel disinfettanti venduti a prezzi folli

Negli ultimi giorni, praticamente da quando in Italia è “scoppiata” l’emergenza coronavirus, mascherine e gel disinfettanti per le mani hanno raggiunto prezzi folli. In molte zone, soprattutto delle regioni del Nord Italia con più casi di coronavirus, farmacie e supermercati hanno terminato le scorte dei dispositivi protettivi indicati per il Covid-19 e in molti su internet hanno iniziato a vendere a 200, 300 euro l’una delle semplici mascherine che normalmente costerebbero pochi euro. E c’è anche chi è riuscito a fare scorta di mascherine in tempo e ora le sta rivendendo a prezzi esorbitanti approfittando della paura scatenata dal coronavirus. Discorso simile per prodotti disinfettanti come l'Amuchina: mentre il prezzo di vendita si aggira normalmente attorno ai 3 euro, una bottiglietta di Amuchina in questi giorni può arrivare a costare anche 50 euro. Su Amazon i rincari a volte sfiorano il 700 percento: in un annuncio apparso sul noto sito si legge che 12 confezioni da 80ml di Amuchina Xgerm costano 200 euro, quindi circa 16.60 euro per ogni confezione. Un altro inserzionista fa ancora di più: 4 pezzi da 80ml di Amuchina Xgerm (totale 320ml) a 79 euro, quindi 19,75 euro per ogni confezione.