Alcuni momenti del raid in centro a Conegliano
in foto: Alcuni momenti del raid in centro a Conegliano

Pochi minuti di estrema violenza con un gruppo di giovani che ha preso a sprangate un ragazzo poi finito in ospedale. Un vero e proprio raid punitivo ripreso in un video da alcuni presenti che hanno assistito all'accaduto e hanno subito allertato il 112. È accaduto nel pomeriggio di ieri a Conegliano, in provincia di Treviso, nella centralissima piazza Cima.

L'allarme è scattato domenica pomeriggio quando alcuni testimoni si sono trovati di fronte a un gruppo di giovani che, armato di spranghe e mazze, ha raggiunto la piazza e ha iniziato un violento pestaggio: gli aggressori, quasi tutti di nazionalità macedone, si sarebbero accaniti nei confronti di un connazionale colpito a più riprese dai presenti. Il giovane, poi rimasto a terra privo di sensi a causa dell'aggressione, è stato soccorso dai sanitari del Suem e trasportato in ospedale dove si trova tutt'ora ricoverato: nel raid punitivo è rimasto ferito anche un altro ragazzo che ha riportato una ferita alla testa, ferita anche una terza persona. Intanto gli altri ragazzi che hanno preso parte all'aggressione si sono dileguati all'arrivo delle forze dell'ordine.

Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto, grazie anche ai racconti dei testimoni che hanno assistito alla violenta scena, riprendendola in un video poi consegnato ai poliziotti, sembra che si sia trattato di un vero e proprio regolamento di conti tra ragazzi che probabilmente si erano dati appuntamento proprio in piazza a Conegliano. Si cercano indizi dalla visione dei filmati delle telecamere di sorveglianza ma anche dai vari video ripresi dai presenti sul posto e divenuti in breve virali sul web. Sull'episodio è intervenuto anche dal sindaco di Conegliano, Fabio Chies che ha condannato l'accaduto e chiesto alle forze dell'ordine di individuare i responsabili.