Sarebbe di un bracciante agricolo impiegato in nero in un terreno della zona il corpo trovato in una body bag, la sacca utilizzata negli obitori, in contrada Cirico' tra Carlentini e Lentini, nel Siracusano. E' questa una delle possibili ipotesi sulle quali stanno lavorando gli inquirenti all'indomani del ritrovamento del cadavere dell'uomo, di circa 50 anni. Il medico legale, Orazio Cascio, ha eseguito l'autopsia che sembrerebbe escludere l'omicidio: il corpo era integro, senza segni evidenti causati da un'arma da fuoco o da taglio. Il cadavere resta ancora senza identità. Sembra confermato che la morte sia avvenuta cinque giorni fa. Il medico legale ha prelevato alcuni tessuti dal corpo della vittima per gli accertamenti tossicologici ed istologici.

La tremenda scoperta è stata fatta domenica nelle campagne di Carlentini, nel Siracusano. Un residente della zona ha accidentalmente trovato a terra il corpo di un uomo coperto da un telo. L'uomo, camminando, si è imbattuto nello strano sacco di plastica  nascosto dietro un muro di cinta da cui proveniva uno cattivo odore e ha immediatamente capito che c'era qualcosa che non andava.  Come accertato dagli inquirenti accorsi sul posto, infatti, si trattava del cadavere di un uomo in avanzato stato di decomposizione avvolto in una body bag, la sacca utilizzata negli obitori per la conservazione di cadaveri o resti umani. Sul posto sono accorsi i militari dell'Arma della compagnia di Augusta e poi il medico legale e i reparti scientifici per i rilievi del caso.