Una lite finita con degli spari, vicino alla scuola elementare, proprio al momento dell’uscita dei bambini. È successo a Brindisi, nel quartiere Paradiso, nelle vicinanze della scuola elementare Grazia Deledda e del sagrato della parrocchia San Nicola. Erano le 13 quando nella zona del mercato rionale, che si trova proprio vicino alla scuola, sono stati esplosi alcuni colpi di pistola. Nello stesso momento i bambini stavano per lasciare la scuola. Inevitabile il panico tra genitori e piccoli. Per fortuna senza alcuna conseguenza.

La sparatoria è subito stata segnalata al centralino della questura, ma nonostante il pronto intervento delle pattuglie non sono stati rintracciati i protagonisti di quanto avvenuto. All’arrivo degli agenti, infatti, si erano già tutti dileguati. Nella zona gli agenti hanno individuato tre ogive a terra e hanno anche trovato qualche macchia di sangue. Ciò che si è scoperto è che le tracce sarebbero di un uomo di 60 anni che abita in zona e che sarebbe stato ferito al volto a causa di una collocazione che ha coinvolto tre o quattro persone. L’uomo, comunque, ha deciso di non ricorrere alle cure mediche.

Sui colpi esplosi nelle vicinanze della scuola si cerca di capire se lo scopo fosse solo intimidatorio o se l’obiettivo era quello di colpire qualcuno. I colpi, comunque, sarebbero andati a vuoto e quindi l’ipotesi più probabile è quella che si volesse solo intimidire qualcuno, esplodendo i colpi in aria. Gli investigatori non hanno trovato nessun testimone oculare di quanto avvenuto, nonostante si tratti di una zona solitamente frequentata da molte persone. I colpi esplosi sarebbero stati, comunque, sette o otto. E il rumore è stato sentito dai genitori che si trovavano nella stessa zona per andare a prendere i loro figli a scuola. Dopo il panico del primo momento, per fortuna, tutto è tornato alla normalità.