23 Aprile 2022
11:31

Cosa vedere a Venezia durante la Biennale d’Arte 2022: 5 mostre da non perdere

Dal 23 aprile 2022, e fino al 27 novembre 2022, apre al pubblico la 59. Esposizione Internazionale d’Arte alla Biennale di Venezia e la città si arricchisce di inaugurazioni, mostre e feste. La nostra guida agli eventi da non perdere a Venezia nei prossimi mesi.
A cura di Clara Salzano
Il padiglione Hanji House di Stefano Boeri Architetti – Courtesy CKY_Photo Alice Clancy
Il padiglione Hanji House di Stefano Boeri Architetti – Courtesy CKY_Photo Alice Clancy

L'Arte, meravigliosa, viva, nuova, torna a invadere i vicoli, i palazzi, gli spazi pubblici e i giardini di Venezia. Dal 23 aprile 2022, e fino al 27 novembre 2022, apre al pubblico la 59. Esposizione Internazionale d’Arte alla Biennale di Venezia che diventa l'occasione per celebrare l'arte nelle sue molteplici forme in città con una serie di altri eventi, inaugurazioni, mostre e feste che sembrano gridare "siamo vivi!". Dalla Biennale d'Arte 2022 alla Fondazione Prada, da Anish Kapoor alle Procuratie Vecchie, una guida agli eventi da non perdere a Venezia nei prossimi mesi.

Il Padiglione Centrale ai Giardini della Biennale di Venezia
Il Padiglione Centrale ai Giardini della Biennale di Venezia

Biennale d'Arte 2022 – Arsenale e Giardini de La Biennale di Venezia

La 59. Esposizione Internazionale d’Arte apre oggi al pubblico, 23 aprile 2022 e fino al 27 novembre 2022 negli spazi dell'Arsenale e dei Giardini di Venezia e in vari luoghi della città. Il titolo della mostra internazionale è Il latte dei sogni, a cura di Cecilia Alemani: "La mostra Il latte dei sogni prende il titolo da un libro di favole di Leonora Carrington spiega la curatrice – in cui l’artista surrealista descrive un mondo magico nel quale la vita viene costantemente reinventata attraverso il prisma dell’immaginazione e nel quale concesso cambiare, trasformarsi, diventare altri da sé. L’esposizione sceglie le creature fantastiche di Carrington, insieme a molte altre figure della trasformazione, come compagne di un viaggio immaginario attraverso le metamorfosi dei corpi e delle definizioni dell’umano".

Biennale Arte 2022 all’Arsenale – il Latte Dei Sogni vi accoglie con Simone Leigh
Biennale Arte 2022 all’Arsenale – il Latte Dei Sogni vi accoglie con Simone Leigh

Sono 213 artiste e artisti da 58 nazioni che espongono alla mostra con opere contemporanee e 80 nuove produzioni realizzate appositamente per la Biennale Arte. La visita si articola tra Padiglione Centrale ai Giardini e Corderie, Artiglierie, spazi esterni delle Gaggiandre e Giardino delle Vergini all’Arsenale. Mai come in questa Esposizione Internazionale d’Arte il lavoro è denso e ricco di spunti interessanti e riflessioni a opera anche di artiste e persone non binarie che per la prima volta, nella lunga storia dell’istituzione veneziana, espongono alla Biennale. Assolutamente da visitare, oltre all'Arsenale e al Padiglione Centrale dei Giardini, il Padiglione USA, il Padiglione del Belgio con The Nature of the Game, il Padiglione della Danimarca con We Walked the Earth di Uffe Isolotto, il Padiglione svizzero e il Padiglione della Francia con Les rêves n’ont pas de titre di Zineb Sedira.

Da non perdere assolutamente è il Padiglione Italia della 59. Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia, a cura di Eugenio Viola. Per la prima volta nella storia de La Biennale Venezia viene esposto il lavoro di un solo artista, Gian Maria Tosatti. Storia della Notte e Destino delle Comete è il titolo dell'esposizione che offre una riflessione emozionante sull'Italia. Dai riferimenti letterari al teatro, dalla musica e alla performance, la mostra comprende una pluralità di linguaggi, tipici della ricerca di Tosatti: "Storia della Notte e Destino delle Comete narra del difficile equilibrio tra uomo e natura, tra sviluppo sostenibile e territorio, tra etica e profitto – spiega il curatore – proponendo una lettura estetica di questo scenario e offrendo una piattaforma inedita in cui sviluppare un dibattito inclusivo e approfondito intorno a questi temi". 

Storia della Notte e Destino delle Comete al Padiglione Italia di Gian Maria Tosatti
Storia della Notte e Destino delle Comete al Padiglione Italia di Gian Maria Tosatti

Come evento Collaterale della 59. Esposizione Internazionale d'Arte – La Biennale di Venezia consigliamo di visitare il padiglione Hanji House, progettato dallo studio Stefano Boeri Architetti per la mostra Time Reimagined dell'artista coreano Chun Kwang Young, posto nei giardini del Palazzo Contarini Polignac, a pochi minuti a piedi dalla stazione ferroviaria di Santa Lucia. Il padiglione evoca un modello di paper-tree architecture e si ispira alla cultura degli origami. Di notte l'edificio si trasforma in un faro di luce sul Canal Grande: "Il progetto è ispirato dall’atto, giocoso e allo stesso tempo meditativo del piegare la carta in un numero infinito di modi – spiega Stefano BoeriLa forma ricorda infatti le antiche pratiche dell'Asia orientale di origami e tangram, oltre alle tradizionali case coreane e giapponesi, basate su una semplice modularità geometrica". La Biennale di Venezia, coi Giardini e l'Arsenale, è aperta tutti i giorni fino al 25 settembre dalle 11 alle 19 e dal 25 settembre al 27 novembre dalle 10 alle 18.

Anish Kapoor – Gallerie dell’Accademia e Palazzo Manfrin

Durante la 59esima Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, la città presenta un programma fitto di mostre ed eventi dedicati all'arte. Alle Gallerie dell’Accademia di Venezia e Palazzo Manfrin va in scena, dal 20 aprile al 9 ottobre 2022, la retrospettiva sull'opera dell'artista britannico Anish Kapoor. La mostra, curata dallo storico dell’arte Taco Dibbits, direttore del Rijksmuseum di Amsterdam, ripercorre i momenti salienti della carriera dell'artista ed espone alcuni lavori inediti di Anish Kapoor. La sua ultima produzione comprende opere create utilizzando la nanotecnologia del carbonio e i lavori dell'artista riguardo al Vantablack, il nero più nero del mondo da lui ideato. Palazzo Manfrin è stato inoltre acquistato dalla Anish Kapoor Foundation, dopo anni di abbandono, e oggi è in fase di restauro.

Anish Kapoor alle Gallerie dell’Accademia
Anish Kapoor alle Gallerie dell’Accademia

Le installazioni materiche di Anish Kapoor invadono gli spazi delle Gallerie dell'Accademia di Venezia e del settecentesco Palazzo Manfrin, dialogando con l'architettura delle due importanti sedi e con alcune antiche opere presenti negli edifici. Volumi magmatici nel colore rosso primordiale, tipico della ricerca dell'artista, occupano e ricoprono le superfici delle stanze degli storici edifici aprendo una riflessione emozionante sulla vita e la morte. Le Gallerie dell'Accademia di Venezia sono aperte lunedì dalle 8.15 alle 14 e da martedì a domenica dalle 8.15 alle 19.15. Palazzo Manfrin è aperto il lunedì dalle 10 alle 14 e da martedì a domenica dalle 10 alle 19.15.

Human Brains: It Begins with an Idea – Fondazione Prada

Nella sede veneziana di Ca’ Corner della Regina, Fondazione Prada presenta la mostra Human Brains: It Begins with an Idea. La ricerca che Fondazione Prada porta avanti dal 2018 sulle neuroscienze è oggetto della mostra che si sviluppa lungo i tre piani dello storico edificio. Dalla neurobiologia alla filosofia, tutti gli oggetti in esposizione, i video, gli audio e le installazioni, sono tesi alla comprensione del cervello umano e delle sue funzioni: "Siamo sempre più interessati ai temi rilevanti del presente, quelli che incidono nelle vite di tutti, e che, a volte, non conosciamo o non comprendiamo fino in fondo – spiega Miuccia Prada, Presidente di Fondazione Prada – Per un’istituzione culturale che affonda le proprie radici nelle arti visive, occuparsi di scienza è una sfida intellettuale e politica: come realizzare una mostra sulle idee e il sapere?". Fondazione Prada Venezia è aperta tutti i giorni, tranne il martedì dalle 10 alle 18.

Fondazione Prada Venezia
Fondazione Prada Venezia

Procuratie Vecchie – P.za San Marco, Venezia

Le Procuratie Vecchie aprono per la prima volta al pubblico dopo 500 anni dalla loro fondazione. Nato come sede dei Procuratori del Doge, lo storico edificio di Piazza San Marco a Venezia è stato la sede delle Generali  Assicurazioni dal 1879. Oggi, dopo un restauro di cinque anni ad opera dello studio David Chipperfield Architects Milan e promosso da Generali, l’iconico edificio torna ad aprirsi alla città, arricchito dall’installazione permanente di Edoardo Tresoldi. Monumento è una colonna di vetro e ferro nello storico vano scale del palazzo che riempie lo spazio e lo arricchisce. Le Procuratie Vecchie sono aperte al pubblico da mercoledì a lunedì dalle 10.00 alle 19.00.

Edoardo Tresoldi alle Procuratie Vecchie
Edoardo Tresoldi alle Procuratie Vecchie

Decentral Art Pavilion International NFT art exhibition – Palazzo Giustinian Lolin

La rivoluzione dei token non fungibili (NFT) e della digitalizzazione della cultura ha invaso anche Venezia dove il 23 aprile 2022 a Palazzo Giustinian Lolin, parallelamente alla Biennale d'Arte, apre le sue porte il Decentral Art Pavilion, a ingresso gratuito. Curata e organizzata da Florencia SM Brück, Javier Krasuk, Diego Lijtmaer e Simone Furian, la mostra Singularity esposta al Decentral Art Pavilion presenta le opere d'arte NFT di alcuni degli artisti più affermati al mondo, da Fabio Giampietro a Skygolpe, da Paolo Regis a Giovanni Motta, offrendo una più ampia comprensione circa il dialogo sulle NFT e il loro impatto sull'arte tradizionale.

Singularity è un'interessante punto di vista sul mondo dell'arte contemporaneo dove si lasciano i tradizionali strumenti espositivi per immergersi nella digitalizzazione della cultura artistica. Il lavoro di Fabio Giampietro è uno sguardo dall'alto sulle architetture delle città contemporanee che può trasmettere un senso di Vertigine e attrazione contemporaneamente. Paolo Regis, fotografo ufficiale italiano di Sua Altezza Reale il Dalai Lama, è presente al Decentral Art Pavilion con il suo lavoro Human Power in cui scompone e ricompone immagini di folle e persone fotografate in varie parti del mondo, dall'India a New York, dando vita ad un flusso cromatico vibrante. Decentral Art Pavilion resterà aperto tutti i giorni, tranne il lunedì, fino al 20 giugno dalle 11 alle 19.

Human power di Paolo Regis
Human power di Paolo Regis
Cosa aspettarsi dalla Biennale d'Arte di Venezia 2022: tutte le informazioni utili per vedere la mostra
Cosa aspettarsi dalla Biennale d'Arte di Venezia 2022: tutte le informazioni utili per vedere la mostra
Cosa vedere alla Biennale di Architettura 2021: 5 opere da non perdere assolutamente
Cosa vedere alla Biennale di Architettura 2021: 5 opere da non perdere assolutamente
Biennale di Venezia 2021: gli hotel più belli da cui visitare la città
Biennale di Venezia 2021: gli hotel più belli da cui visitare la città
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni