362 CONDIVISIONI
Tendenze moda Autunno/Inverno 2022-2023
10 Gennaio 2023
13:28

Ugg: come hanno fatto gli stivali “brutti ma caldi” a diventare l’ossessione moda del 2023?

In fatto di stile questo 2023 somiglia sempre di più al 2003: anche gli Ugg sono tornati di moda e sono ovunque ai piedi delle star, da Chiara Ferragni a Bella Hadid.
A cura di Beatrice Manca
362 CONDIVISIONI
foto via Instagram @ugg
foto via Instagram @ugg
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Tendenze moda Autunno/Inverno 2022-2023

È inutile far finta di niente: gli Ugg, gli stivali pelosi che spopolavano all'inizio dell'anno Duemila, sono tornati di moda. Sembravano ormai scomparsi dai radar e invece rieccoli, come tutti gli ugly trend della nostra infanzia e adolescenza, ma in una nuova versione: mini, corti fino alla caviglia. Le star ovviamente non se li sono fatti sfuggire: da Chiara Ferragni a Bella Hadid, fino a Kylie Jenner, gli Ugg sono tornati sotto i riflettori. Ma da dove nasce questo revival? E soprattutto: ci siamo già scordati tutte le critiche alle scarpe "brutte ma calde"?

Gli Ugg, da ossessione anni Duemila a ugly shoes

Facciamo un passo indietro: gli stivaletti in montone sono stati inventati in Australia e inizialmente servivano a tenere al caldo i piedi dei surfisti usciti dall'acqua. Fu però una ditta statunitense a produrli con il nome di "UGG" e a renderli famosi in tutto il mondo e gli stivaletti scamosciati diventarono un fenomeno di massa all'inizio degli anni Duemila. Tra le prime entusiaste ci fu Oprah Winfrey, regina dei salotti televisivi, e da lì fu una cascata: le star del periodo, da Kate Moss e Cameron Diaz, venivano fotografate con gli Ugg ai piedi. Le star di Disney Channel li indossavano in ogni occasione e sui giornali spuntavano foto di backstage che mostravano le attrici di Sex and the City e Gossip Girl con gli Ugg tra un ciak e l'altro, per riposare i piedi dai tacchi a spillo.

Kate Moss con gli Ugg nel 2003
Kate Moss con gli Ugg nel 2003

Le adolescenti di tutto il mondo iniziarono a indossare gli stivali di pelo: non era il freddo a convincerle, ma la coolness delle icone di inizio millennio. Poi, come tutte le cose, anche gli Ugg passarono di moda. Non erano di certo belli, né eleganti, anzi: se abbinati male rendono le gambe più goffe. Ma di sicuro sono comodi, caratteristica che li avrebbe aiutati a tornare di moda, al momento giusto.

Pamela Anderson con gli Ugg
Pamela Anderson con gli Ugg

Da Bella Hadid a Chiara Ferragni, il ritorno degli Ugg

Dopo anni di silenzio, gli Ugg sono tornati prepotentemente alla ribalta. A far impennare le vendite hanno contribuito alcune foto di Bella Hadid, che mangiava la pizza con shorts, calzettoni e stivaletti pelosi. Le foto probabilmente sono tutto fuorché rubate: c'è chi sospetta una sponsorizzazione ben riuscita per lanciare il nuovo modello "mini". Tutto torna nella moda, ma mai uguale: il nuovo modello di tendenza è infatti tagliato corto alla caviglia, rasoterra o con la suola platform.

Chiara Ferragni e Vittoria con gli Ugg
Chiara Ferragni e Vittoria con gli Ugg

Una variazione sul tema che permette di attirare l'attenzione sia di chi non li ha mai visti, sia di chi ha ancora in soffitta quelli alti fino al polpaccio. Di certo, nessuno ha i nuovissimi mini Ugg Mini Platform. Kylie Jenner li ha sfoggiati ad Aspen, sede dei resort sciistici più invidiati d'Europa, confermando il loro ritrovato status symbol. Tra le fan degli Ugg c'è ovviamente anche Chiara Ferragni, che li indossa in ogni occasione e li ha regalati anche alla figlia Vittoria.

Gli Ugg mini, foto via Instagram @uggeurope
Gli Ugg mini, foto via Instagram @uggeurope

Perché ci siamo di nuovo innamorati degli Ugg?

Ma quindi, cos'è cambiato per farci innamorare di nuovo delle scarpe anti estetiche per eccellenza? In realtà, gli indizi c'erano tutti. In fatto di tendenze, infatti, questo 2023 somiglia sempre di più al 2003: minigonne indossate sopra ai pantaloni, top di cristalli, perfino le sopracciglia sottili sono tornate di moda. Il revival anni Duemila ha preparato il terreno al ritorno di una certa estetica e degli elementi cult, come appunto gli Ugg. Senza contare poi che le ugly shoes, adesso, vanno fortissimo: pensiamo al ritorno delle Crocs, al furore delle ciabatte da piscina indossate con i calzini e alla Birkenstock mania. Pochi mesi fa Ugg ha lanciato un accessorio che ha letteralmente rubato la scena: un semplice copriscarpe in gomma, diventato virale. Nonostante le polemiche nate sui social su presunti maltrattamenti sugli animali, il marchio ha anche saputo convincere gli adolescenti dall'anima green lanciando una versione cruelty free, con pelliccia sintetica. E se proprio non vi piacciono, abbiate pazienza: come tutti i trend, arriverà e passerà. In attesa di tornare di nuovo…

362 CONDIVISIONI
192 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni