Sfilate Autunno/Inverno 2022-23
11 Marzo 2022
14:13

Tendenze dalle sfilate, come ci vestiremo: pelle, vita bassa e bondage per l’Autunno/Inverno 22-23

Corsetti, capi in vinile e abiti dal sapore bondage, vestiti luccicanti ricoperti di paillettes e completi metallic, cappotti a quadri, abiti in maglia e spalline maxi. A Milano, Parigi, Londra e New York sfilano le collezioni donna per il prossimo Autunno/Inverno 2022-2023. Ecco tutte le tendenze viste sulle passerelle dei grandi stilisti.
A cura di Marco Casola
Etro
Etro
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Sfilate Autunno/Inverno 2022-23

Si è da poco concluso il fashion month, sulle passerelle di New York, Londra, Milano e Parigi hanno sfilato le collezioni donna per l'Autunno/Inverno 2022-2023. Dopo il mese delle sfilate è possibile tirare le somme per quanto riguarda quelle che saranno le tendenze per il prossimo inverno. Quali saranno i capi must da avere nel guardaroba? Quali i trend da seguire e i colori da scegliere per i look da sfoggiare nella stagione Autunno/Inverno 22-23?

Sulle passerelle invernali di New York, Londra, Parigi e Milano si respira un'aria nuova, sembra quasi che dopo la pandemia e i lockdown la moda voglia aprirsi al mondo esterno e lo fa con colori accesi, look "metallici" e abiti lucenti ricoperti di cristalli. Nelle scorse collezioni invernali a dominare sono stati gli abiti comodi, le tute, i colori neutri, come il bianco e il beige, adesso che pian piano si sta tornando alla normalità si punta tutto su look audaci e vistosi, in cui cut inconsueti si uniscono a volumi maxi opposti a silhouette super fit, in cui l'oro e l'argento si mescolano con tonalità intense di rosso, arancio e giallo.

Tornano di moda le trasparenze, gli abiti lingerie e tutti quei dettagli legati al mondo della corsetteria e del bondage. Via dunque con corsetti, capi in pelle nera o in latex, cuissardes, cinghie, stringhe e collant o slip in bella mostra. Dagli abiti "metallici" alla lingerie, dai look in cuoio a quelli con spalle oversize, ecco tutte le tendenze per l'Autunno/Inverno 22-23 viste sulle passerelle dei grandi stilisti italiani e internazionali.

Metallic

Abiti in lame, pelle dipinta con nuance metalliche, lurex e paillettes lucenti ricoprono i capi per l'Autunno/Inverno 22-23. Tessuti cangianti sfilano da Missoni e da Etro sui lunghi tubini con maxi spacco o sui mini dress monospalla con cut out. Un argento lucente viene scelto da Andrea Incontri per i mini dress drappeggiati e da Alberta Ferretti per i completi con pullover silver abbinati a pantaloni in lurex della stessa tonalità. Un blu metallico, caratterizza i completi disegnati da Glen Martens per Diesel, mentre l'oro la fa da padrone nei completi con giacche doppiopetto dalle spalle imponenti di Dolce&Gabbana.

Da sinistra Etro, Dolce&Gabbana, Missoni, Andrea Incontri, Diesel, Alberta Ferretti
Da sinistra Etro, Dolce&Gabbana, Missoni, Andrea Incontri, Diesel, Alberta Ferretti

Lingerie

Tornano di moda gli abiti lingerie in tessuti impalpabili e trasparenti, coma la seta, il pizzo e il tulle. Spopola il vedo non vedo sulla passerella invernale di Fendi, dove Kim Jones popone una serie di look con slip dress dai colori pastello. Il total white spunta nei look con abiti sottoveste di Jil Sander, mentre Alessandro Dell'Acqua di N21 sceglie un pizzo nude per gli abiti vedo non vedo, da indossare con culotte e reggiseno in vista. Pizzo, ruche e lurex caratterizzano i mini abiti di Ports 1961, mentre Giuliano Calza, stilista di GCDS, estremizza il trend facendo sfilare in passerella look con reggicalze in bella mostra.

Da sinistra Fendi, Jil Sander, GCDS, N21, Ports 1961
Da sinistra Fendi, Jil Sander, GCDS, N21, Ports 1961

That's all folk

Decori etno chic e accostamenti di tessuti e colori a contrasto sono gli elementi che creano i look dal sapore folk, visti sulle passerelle di brand come Etro, Luisa Spagnoli e Dsquared2. Sfilano outfit impreziositi da lunghe frange, stampe ikat e da fantasie paisley. Lo stile folk di tendenza per il prossimo inverno prevede la sovrapposizioni di capi, come gonne indossati sui pantaloni, e l'aggiunta di maxi cinture, borse boho chic e lunghe collane.

Da sinistra Dsquared2, Luisa Spagnoli, Etro
Da sinistra Dsquared2, Luisa Spagnoli, Etro

Bondage style

Cinghie, stringhe, pelle nera e tacchi a spillo sono i must del bondage style che ha spopolato sulle passerelle Autunno/Inverno 22-23. L'audace trend prevede cut sensuali, abiti vedo non vedo e colori scuri. Da Versace sfilano donne dominatrici che indossano chilometrici tacchi a spillo, cuissardes, guanti in latex e pantaloni in vernice nera. Fausto Puglisi disegna per Roberto Cavalli una collezione in cui l'animalier si mescola con romantici fiori ispirati alle ceramiche di Capodimonte e soprattutto con cinghie, anelli in metallo ed altri dettagli rubati al bondage style.

Da sinistra Roberto Cavalli, Versace, Dolce&Gabbana
Da sinistra Roberto Cavalli, Versace, Dolce&Gabbana

Vita bassa: l'ombelico è in mostra

Dopo il ritorno della moda anni 2000 spopola ancora la vita bassissima. In passerella l'ombelico è in bella mostra nei look con minigonne cortissime ricoperte da macro paillettes e firmate N21 o negli outfit "metallici" creati da Massimo Giorgetti per il suo marchio MSGM. Missoni disegna total look in pelle rossa con crop top e pantaloni a vita bassa, Diesel propone look con gli stessi capi ma realizzati in denim. Maglia e macramè sono utilizzati, invece, negli outfit con gonne a vita bassa, da indossare con maxi cinture, di Etro.

Da sinistra Missoni, N21, MSGM, Etro, Diesel
Da sinistra Missoni, N21, MSGM, Etro, Diesel

Spalle maxi e vita stretta

Da diverse stagioni sono di moda le giacche con maxi spalle, che ricordano quelle di tendenza negli anni '80. Balenciaga, Versace e Gucci sono solo alcuni dei marchi che hanno lanciato il trend. Ora le spalle si fanno ancor più grosse e sulle passerelle Autunno/Inverno 22-23 sono contrapposte a vite strettissime per creare look architettonici e volumetrici. Dolce&Gabbana propone  una serie di outfit con giacche e abiti dai colori accesi e dalle spalle imponenti, in cui la silhouette si stringe in vita e sui fianchi. Vién inserisce in collezione camicie bianche dalle maxi spalle, Alessandro Dell'Acqua ammorbidisce le linee spigolose dei cappotti militari stringendo il punto vita, mentre Calcaterra fa sfilare abiti e tute con spalle squadrate e vita sottile.

Da sinistra Vien, Dolce&Gabbana, Calcaterra
Da sinistra Vien, Dolce&Gabbana, Calcaterra

Knitting: abiti e completi in maglia

Spopolano per l'inverno 22-23 i tubini in lana e i completi coordinati con top e gonna in maglia. Comodi e versatili, i capi in lana o maglia sono perfetti per il giorno e per la sera e possono esser impreziositi con scarpe, borse e accessori vistosi data la loro semplicità. Seguono la tendenza la Maison Giada, sulla cui passerella sfilano tubini borgogna a collo alto, e Alessandro Vigilante, che disegna tubini scollati con spacchi tondi. Gucci ha presentato la collaborazione con Adidas facendo sfilare completi logati con  felpe crop e pantaloni, Tod's sceglie, invece, nuance neutre per i completi con pull abbinati a gonne in maglia, mentre Lorenzo Serafini di Philosophy propone tubini dal corpetto morbido in maglia multicolor, da indossare con maxi cinture per sottolineare il punto vita.

Da sinistra Giada, Philosophy di Lorenzo Serafini, Alessandro Vigilante, Tod’s, Gucci
Da sinistra Giada, Philosophy di Lorenzo Serafini, Alessandro Vigilante, Tod’s, Gucci

Look di cuoio: pelle brown

In inverno i capi in pelle sono sempre un must, il prossimo anno sono però di moda i total look in pelle nei toni del cuoio, del caramello e del marrone scuro. Tra i look più cool di Fendi ci sono quelli in total leather, con camicie, mini gonne e cinture baschina color cuoio. Blazer e giacche doppiopetto, abbinate a gonne a tubo, in pelle marrone sfilano da Tod's e da N21, mentre Bottega Veneta propone tailleur pantalone dalle linee over in una tonalità più scura di pelle testa di moro.

Da sinistra Alexandra Moura, Tod’s, Fendi, N21, Bottega Veneta
Da sinistra Alexandra Moura, Tod’s, Fendi, N21, Bottega Veneta

Diamond dress

Il prossimo inverno sarà il momento giusto per brillare come diamanti, indossando sparkling dress ricoperti di cristalli, paillettes e glitter. Sembra una rete l'abito argentato a maniche lunghe di MSGM, in oro e dal vago sapore Charleston il tubino visto sulla passerella di Ermanno Scervino. Lunghe frange caratterizzano lo sparkling dress firmato Philosophy di Lorenzo Serafini, contrasti di forme spiccano sul lucente vestito da sera di Giorgio Armani, mentre le iconiche fantasie a zig zag spuntano sul luccicante tubino strapless visto da Missoni.

Da sinistra Giorgio Armani, Missoni, MSGM, Ermanno Scervino, Philosophy di Lorenzo Serafini
Da sinistra Giorgio Armani, Missoni, MSGM, Ermanno Scervino, Philosophy di Lorenzo Serafini

Quadri e quadretti

Tartan o principe di Galles, pied de poule o quadri geometrici spopolano sulle passerelle invernali e spuntano su cappotti in lana, tailleur e completi coordinati. Sono micro le fantasie quadrettate dei completi doppiopetto di Gucci e dei coordinati con giacche crop e shorts di Fendi. Macro e oversize le fantasie tartan e i quadri geometrici sui cappotti maxi di Roberto Cavalli e Alessandro Vigilante.

da sinistra Roberto Cavalli, Gucci, Fendi, Maryling, Alessandro Vigilante
da sinistra Roberto Cavalli, Gucci, Fendi, Maryling, Alessandro Vigilante

Vinile e latex

Solitamente utilizzati solo in look strong e avant garde, il prossimo inverno lattex e vinile diventano must anche nei look da giorno e in outfit bon ton. Bluse a righe e top dai colori pastello sono accostati a short e minigonne in vinile nello styling delle sfilate di Philosophy di Lorenzo Serafini e di Emporio Armani. Look monocolore, composti con capi in vernice, spiccano, invece, nelle collezioni invernali di Blumarine e Alessandro Vigilante. Il latex è stato il fil rouge anche della collezione Autunno/Inverno 22-23 di Versace, dove il must sono cuissardes, abiti e leggings nel tessuto che sembra liquido.

Da sinistra Philosophy di Lorenzo Serafini, Blumarine, Versace, Alessandro Vigilante, Emporio Armani
Da sinistra Philosophy di Lorenzo Serafini, Blumarine, Versace, Alessandro Vigilante, Emporio Armani

Corsetteria

Gli stilisti guardano al mondo della lingerie eleggendo il corsetto a capo principe dell'inverno. Sulle passerelle di Milano e Parigi abbiamo visto corsetti di ogni tipo: da quelli in raso rosa shocking con coppe di Versace a quelli rivisti in chiave sportiva, come quelli di adidas x Gucci disegnati da Alessandro Michele. Da Fendi sfilano corsetti indossati su camicie rigorose, mentre da N21 si indossano su polo dalla stampa hawaiana. Andreadamo da sempre attinge con i suoi abiti nude in stile seconda pelle alla lingerie e alla corsetteria e per la nuova collezione invernale propone top, body e mini dress dalle coppe che ricordano quelle di un bustier.

Da sinistra Fendi, Gucci, Versace, Andreadamo, N21
Da sinistra Fendi, Gucci, Versace, Andreadamo, N21

Sovrapposizioni

Top indossarti su abiti a rete, come nei look di MSGM, canotte trasparenti su top aderenti, visti sulla passerella di Prada, e abiti corti e scollati da indossare su maglioni e shirt a maniche lunghe, come nei look firmati Ports 1961. Il pizzo si abbina alla lana e il cotone ai tessuto sparkling: il prossimo inverno ci vestiremo "a strati" sovrapponendo capi realizzati in tessuti opposti per creare un contrasto tra consistenze e stili diversi.

Da sinistra MSGM, Prada, Ports 1961
Da sinistra MSGM, Prada, Ports 1961
145 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni