Festival di Cannes 2022
27 Maggio 2022
12:03

Naomi Campbell ed Eva Longoria all’amfAR gala di Cannes: seducono tra scollature e maxi spacchi

Il red carpet dell’amfAR Gala di Cannes è stato all’insegna del total black e della sensualità: abiti con maxi spacchi, scollature vertiginose e tagli cut out.
A cura di Beatrice Manca
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Festival di Cannes 2022

Una parata di dive in total black, tra maxi spacchi, tagli, oblò e lacci. Parallelamente al Festival di Cannes si è tenuta l'annuale cena di gala amfAR, un evento di beneficienza per la ricerca contro l'Aids. Le star hanno fatto colpo sul tappeto rosso puntando sulla sensualità senza tempo degli abiti neri. Tra le protagoniste assolute Naomi Campbell, con un abito da sera, Eva Longoria, con i tagli cut out sul seno e Cara Delavigne, ipnotica con l'abito asimmetrico.

Da Naomi Campbell a Eva Longoria, le star in total black al galà Amfar

Il red carpet dell'amfAR è stato all'insegna del nero. Naomi Campbell, dopo aver percorso il tappeto rosso con un abito "piumato" di Valentino, torna a sfilare in total black. Questa volta ha scelto un abito aderente e scivolato di Schiaparelli, con le spalline sottili e un drappeggio asimmetrico sul corpetto. L'abito sinuoso è movimentato da maxispacco e strascico laterale: un look da vera diva, completato da scarpe Roger Vivier con l'iconica fibbia scintillante.

Naomi Campbell in Schiaparelli con scarpe Roger Vivier
Naomi Campbell in Schiaparelli con scarpe Roger Vivier

Total black anche per Shanina Shayk, che sfila sul red carpet in dolce attesa con un abito vintage di Alexander McQueen. Anche Charli D'Amelio punta sul nero con un abito Mônot aperto (e intrecciato) sulla scollatura che lasciava l'ombelico in vista.

Charli D’Amelio in Mônot
Charli D’Amelio in Mônot

La moda non mente: la tendenza del momento sono i tagli cut out. Eva Longoria incanta con un abito Mônot che rivela il decolléte con un gioco di tagli e spacco vertiginosi.

Eva Longoria in Monot
Eva Longoria in Monot

Il nero è il colore del mistero e della seduzione. Cara Delavigne sceglie la semplicità di un abito a maniche lunghe completamente "tagliato" in diagonale: la scollatura profonda e asimmetrica incontra lo spacco sulla coscia. Con i capelli raccolti in uno chignon è una vera dark lady: anche per lei il look è firmato Mônot.

Cara Delavigne in Monot
Cara Delavigne in Monot

Trionfo di spacchi e intrecci anche per Natasha Poly, che sfoggia un modello di Dundas con maxi oblò: l'abito si compone di collo e maniche e poi lascia pancia e reggiseno completamente esposti. La gonna è chiusa su un fianco da lacci intrecciati: un tripudio di sensualità con dettagli rock.

Natasha Poly in Dundas
Natasha Poly in Dundas

Nina Dobrev e Candice Swanepoel in rosso al galà amfAR

Poche le eccezioni "colorate" al galà amfAR. Dopo il nero, il colore più presente è il rosso: Ashley Graham sceglie il corallo per il primo red carpet dopo la nascita dei gemelli. Rosso acceso anche per Nina Dobrev, con un abito asimmetrico Mônot con un maxi taglio al centro della scollatura. Rosso anche Candice Swanepoel, che indossa una creazione personalizzata di BOSS.

Nina Dobrev in Monot
Nina Dobrev in Monot

Milla Jovovich con l'abito celeste per l'Ucraina

In questa palette rarefatta spiccava l'abito celeste di Milla Jovovich, un vero tripudio di balze: scollatura profonda, maniche a palloncino e maxi strascico. L'abito è stato scelto con un significato speciale: si tratta di una creazione del brand ucraino Lever Couture. La top model infatti è nata a Kiev nel 1975: l'abito richiama nel colore la bandiera dell'Ucraina, mandando un messaggio di pace e solidarietà al popolo in guerra.

Milla Jovovich in custom Lever Couture
Milla Jovovich in custom Lever Couture
69 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni