nn

Non si placano le polemiche dopo i tanti casi di positività al Covid post Adria Tour. Il papà di Novak Djokovic, numero uno al mondo del tennis mondiale e organizzatore del torneo benefico colpito dal Coronavirus, ha attaccato duramente Grigor Dimitrov, ovvero il primo dei quattro giocatori che sono risultati contagiati. Il motivo? A detta di Srdjan Djokovic, il tennista bulgaro sarebbe il responsabile della diffusione del Covid, essendo arrivato nei Balcani già infetto.

Djokovic positivo al Covid dopo il Coronavirus, pioggia di polemiche contro il numero uno del tennis mondiale

Prima la notizia della positività al Covid poi le scuse, e l'invito a tutti gli spettatori dell'Adria Tour a sottoporsi a controlli. Novak Djokovic nella giornata di ieri ha comunicato di aver contratto il virus, dicendosi dispiaciuto per la piega presa dal torneo benefico da lui organizzato e conclusosi in anticipo dopo i tanti casi di contagio. Grande preoccupazione e polemiche tra Belgrado e Zara dopo le partite a porte aperte, gli eventi mondani, i party in discoteca e i bagni di folla con i tennisti protagonisti (molti dei quali poi risultati positivi) senza mascherine e distanziamento sociale. Una situazione che ha costretto centinaia di persone a mettersi in autoisolamento, in attesa di eventuali controlli.

Il papà di Djokovic attacca Grigor Dimitrov

Il padre di Djokovic Srdjan, spesso e volentieri in passato protagonista di dichiarazioni sopra le righe (ultime quelle contro Federer), si è scagliato contro Grigor Dimitrov. Il tennista bulgaro è stato il primo dei giocatori impegnati all'Adria Tour a rivelare di essere positivo al Coronavirus. Djokovic senior ai microfoni del giornale Kurir ha dichiarato: "Perché è successo? Perché probabilmente l'uomo è arrivato con un'infezione da chissà dove. Non è stato testato qui, l'ha fatto in qualche altro posto. Penso che sia sbagliato. Ha inflitto enormi danni sia alla Croazia che alla nostra famiglia". Parole pesantissime che sicuramente alimentano nuove polemiche.