Matteo Berrettini è stato sconfitto a sorpresa ai quarti di finale dell'Antalya Open, primo torneo stagionale. Il tennista romano, 10° giocatore al mondo e testa di serie numero 1 dell’appuntamento turco, si è arreso in due set al kazako Bublik, numero 49 della classifica Atp. Un ko difficile da digerire per Berrettini che ha gettato alle ortiche il break di vantaggio nella prima partita, uscendo sconfitto con il risultato di 7/6, 6/4.

Giornata da dimenticare per il tennis italiano in Turchia. Matteo Berrettini, che sembrava avere tutte le carte in regola per arrivare fino in fondo all'Antalya Open, primo appuntamento della stagione, ha ceduto il passo a Bublik. Il tennista romano che partiva con i favori del pronostico, aveva iniziato il match nel modo giusto conquistando un break che gli aveva permesso di portarsi sul 5-3. Qualcosa però poi è andato storto per il numero 10 del mondo che ha incassato il ritorno del kazako, abile a piazzare il controbreak e ad imporsi al tie-break al terzo set point. Nella seconda partita niente da fare per Berrettini che dopo aver incassato il break nel quinto gioco ha perso 6-4, salutando il torneo. Ora Bublik se la vedrà con Chardy che agli ottavi si era sbarazzato dopo una vera e propria battaglia di Fognini.

Niente da fare anche per Stefano Travaglia. L'avventura del tennista di Ascoli Piceno sui campi in cemento dell'Antalya Open si è fermata ai quarti di finale. Il numero 75 della classifica Atp è stato sconfitto in maniera abbastanza agevole in due set dal belga David Goffin con il risultato di 6/3, 6/2. Pronostici confermati con il 16° giocatore al mondo e seconda testa di serie che vola in semifinale, interrompendo dunque la cavalcata di Travaglia che nei due turni precedenti aveva superato Kecmanovic e Ruusuvori.